Da 30 anni con voi! - D'intesa con RignanoNostra.it e GrottaPaglicci.it - Seguiteci su Facebook


 

Rosanna Santoro a sinistra durante la presentazione del suo volume di poesie a Rodi Garganico.

Presentata a Rodi Garganico la raccolta di poesie #Ioscrivodigetto di Rosanna Santoro.

Presentiamo il volume #Ioscrivodigetto, la raccolta di poesie dell'artista e docente pugliese Rosanna Santoro. Assolutamente da leggere.

La chiesa madre di Rignano Garganico.

Come e perché è nata la Chiesa Madre di Rignano Garganico? Ce lo svelano Del Vecchio e de Biase.

La Chiesa Matrice di Rignano Garganico, come noto dedicata a Maria Santissima Assunta, è stata costruita in più epoche; spesso dopo cataclismi e terremoti è stata riattata. Ma era così in origine? Come e quando è stata costruita? E perché al suo interno ci è ancora una colonna ottagonale?

Francesca Stilla.

“Amore a prima vista” tra la giudice e scrittrice Stilla e San Marco in Lamis

Continua il feeling dell’empatia tra Francesca Stilla e San Marco in Lamis. E questo per via della presentazione del libro “Emily 06”, ragazzi nella rete”, di cui è coautrice.

Arturo Palma di Cesnola.

Giornale di Scavo: il romanzo di Arturo Palma di Cesnola affascina il lettore.

di Teresa Maria Rauzino

“Giornale di scavo” di Arturo Palma di Cesnola è stato appena pubblicato da Eta Beta, a cura di Angelo e Antonio Del Vecchio, per il Circolo Culturale “Giulio Ricci” di Rignano Garganico.

Arturo Palma di Cesnola tra Pasquale Soccio e Francesco Gisolfi.

Giornale di Scavo: quel diario di bordo dell'Archeologo Arturo Palma di Cesnola.

di Matteo Coco

Se ci fermassimo alla premessa, prima di commemorare Arturo Palma di Cesnola, attraverso il suo romanzo appena edito da Eta Beta per conto del Circolo Culturale “Giulio Ricci” di Rignano Garganico, dovremmo far memoria di due amici suoi (cioè dell’archeologo) e nostri (di cui si tratta fugacemente tra le righe delle prime pagine) da parte del primo cittadino Luigi Di Fiore, che a proposito del cattedratico senese dice: egli rappresenta “l’unità tra scienza, coscienza e letteratura, anche in un’era globale come la nostra, preoccupata più dell’evoluzione commerciale e tecnologica che dei valori eterni della crescita culturale e civile dell’umanità”.