Il primo sito web dedicato ai Rignanesi e ai Garganici nel mondo!

CulturaEventiCenni StoriciMondoItaliaPugliaGarganoRignano G.

Benvenuti in una terra fantastica, con donne e uomini straordinari. Tra saperi e sapori, da scoprire assieme...

Fai un gesto solidale

HOTEL GARDEN ***

 
A San Giovanni Rotondo (FG)
 
Per prenotare 

LA TV LIBERA DEL GARGANO

LA MASSIMA

Non sempre si resta incudine, spesso si torna martelli. Lo dico a quegli stolti che usano le minacce invece delle parole! Chi scrive lo fa perché crede in questa arte e non si tirerà mai indietro di fronte a qualsivoglia pressione di questo o di quello stolto (Nonna Papera) :-D

SAGRE IN ITALIA

 
Sagre in Italia

Che tempo fa?

Min Max
Dom. quasi sereno 7 20
Lun. quasi sereno 7 24
Mar. nuvoloso 10 22
Scegli la città

L'orgoglio e il piacere di gridarlo a gran voce...

Home Saperi & Sapori
Saperi & Sapori
IL PALEOLITICO DI GROTTA PAGLICCI DIMENTICATO DAI CIRCUITI CULTURALI CHE CONTANO? PDF Stampa E-mail
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Giovedì 21 Novembre 2013 19:13

Dopo il ‘silenzio’ del 34° convegno di San Severo ecco che cosa bisogna sapere su giacimento preistorico

di Antonio Del Vecchio

RIGNANO GARGANICO. Ormai di Grotta Paglicci, noto sito paleolitico di fama mondiale, non se ne parla più non solo tra il grosso pubblico ma anche nei convegni scientifici a qualsiasi livello e sede.  E talvolta, quando se ne parla, lo si fa  in modo superficiale e senza cognizione alcuna del suo effettivo valore culturale. E così niente decollo turistico e ricaduta economica né per Rignano Garganico, né per il resto del Gargano e della Capitanata. Tutto questo accade da circa un decennio e coincide con il pensionamento di Arturo Palma di Cesnola, l’illustre accademico e scienziato della materia, che aveva guidato gli scavi per oltre trent’anni, scomparso da poco, e l’avvento al Comune e negli altri centri di spesa di amministratori poco sensibili e sprovveduti.


Add a comment
Leggi tutto...
 
MICHELE AUCELLO SCAMPATO ALL’INFERNO – LAGER DI DACHAU PDF Stampa E-mail
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Giovedì 14 Novembre 2013 08:41

Tra i Sammarchesi caduti e reduci della II Guerra Mondiale, ecco la storia di un commilitone

di Antonio Del Vecchio

SAN MARCO IN LAMIS. Michele Aucello, scomparso alcuni anni or sono nella città che lo ha visto nascere nel 1911, fu uno dei pochi fortunati ad uscire sano e salvo dall’inferno di Dachau e a rientrare in patria, dopo la liberazione degli americani, alla fine di maggio del 1945. Ecco la storia della sua tragica e dolorosa esperienza, raccontataci per filo e per segno quando era ancora in vita. Richiamato alle armi nella Seconda Guerra Mondiale, lasciò San Marco nei primi mesi del 1940, impegnato come soldato di fanteria nelle operazioni interne.


Add a comment
Leggi tutto...
 
ECCO LA TRADIZIONE DI SAN MARTINO PDF Stampa E-mail
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Sabato 09 Novembre 2013 23:23

Dall’antica civiltà contadina del Gargano

di Antonio Monte da Milano

MILANO. Ogni anno, l'undici Novembre, viene ripresa in parte, una vecchia tradizione che consiste nell'offrire alla cittadinanza partecipante, una fetta di pane pugliese imbevuta di vino con sopra olio novello e alici salate sotto aceto, il tutto accompagnato da un buon bicchiere di vino. Gli alimenti vengono distribuiti dalle donne vestite di abiti d'epoca (massaie campagnole della vecchia civiltà contadina locale), mentre un gruppo folk del luogo si esibisce in canti popolari. Nel quartiere San Martino, dove si svolge la manifestazione è posta una chiesetta amministrata da oltre due secoli dalla famiglia Di Maso emigrata negli anni cinquanta in Canada, che di padre in figlio provvedono a mantenerla in perfetto ordine e messa a disposizione della cittadinanza per l'occasione. Un tempo la tradizione veniva organizzata con il supporto di tutta la cittadinanza che metteva in partecipazione il meglio dei propri prodotti e il suo genuino entusiasmo.


Add a comment
Leggi tutto...
 
LA CROCE E I PASSIONISTI A RIGNANO GARGANICO NEGLI ANNI ‘50 PDF Stampa E-mail
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Sabato 09 Novembre 2013 22:35

di Antonio Del Vecchio

La simpatia che effondevano i nuovi venuti era prorompente e prendeva tutti, compresi i comunisti che (nonostante non seguissero le  prediche dei Passionisti) li ammiravano e li rispettavano. Ogni famiglia li voleva in casa come ospiti d’onore, a pranzo o a cena, soprattutto per ricevere consigli. Anche la famiglia Cella rientrava in questo novero. Veramente da loro i Passionisti si recavano con più frequenza, forse per l’accoglienza e il calore che si avvertiva nella loro casa di campagna prossima al paese. Oltre al primogenito Giuseppe (1887 –1947) perso a causa di un incidente provocato da una errata manovra col camion, ai genitori di Matteo non mancava altro. Avevano il loro orto e un pezzo di terreno seminativo, con alberi da frutta di vario tipo. Allevavano qualche ovino e, soprattutto, decine e decine di pennuti da cortile. Non mancava un alveare per la produzione del miele.


Add a comment
Ultimo aggiornamento Sabato 09 Novembre 2013 23:03
Leggi tutto...
 
MUSEO DI PAGLICCI: TAPPA OBBLIGATA PER LA CONOSCENZA DEL PALEOLITICO PDF Stampa E-mail
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Sabato 09 Novembre 2013 22:30

Visita-lampo degli studenti medi dell’onnicomprensivo ‘Galiani–Dante’ di San Giovanni Rotondo

di Antonio Del Vecchio

RIGNANO GARGANICO. Aperto un ulteriore spiraglio per il rilancio turistico di Grotta Paglicci, a Rignano Garganico. A significarne la portata è il rinnovato interesse della scuola, concretizzatosi con la visita didattica compiuta ieri da una cinquantina di alunni di prima e seconda media dell’Istituto onnicomprensivo 'Galiani – Dante’ di San Giovanni Rotondo, diretto da Francesco D’Amore, non nuovo a questo genere di esperienze dirette alla conoscenza dei beni culturali del territorio, avendo operato in tal senso come docente per molti anni nella vicina San Marco in Lamis.  Si tratta delle classi Prima E (20 alunni) e seconda C (22 alunni). I primi accompagnati  dai docenti  Sergio Merla e Antonio Gisolfi, gli altri da Luigi Cusenza.


Add a comment
Leggi tutto...
 
RICOTTA CON I RAMI DI FICO? ORMAI NON E’ PIU’ UN ‘SEGRETO’! PDF Stampa E-mail
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Lunedì 04 Novembre 2013 22:02

La procedura ha una evidenza scientifica e la sua conoscenza è diffusa in ogni dove

di Antonio Del Vecchio

RIGNANO GARGANICO. Ricotta ‘facile’, saporita e (perché no!?) anche abbondante , non solo a Rignano Garganico ma nel resto della Capitanata e d’Italia o meglio là dove la pastorizia e la zootecnia in genere sono attività economiche vitali e consistenti.  Basta inserire alcuni rametti di fico nel siero e il gioco è fatto. Si utilizza il liquido già sfruttato a dovere nelle precedenti cagliate con  ricavi di formaggio e ricotta, semmai con l’aggiunta o meno di un certo quantitativo di latte fresco. La procedura è la stessa. Si fa bollire il  tutto, quindi si lascia raffreddare  per alcuni minuti e poi con la schiumarola si estrae la nuova ricotta, depositandola man mano nelle ‘fascelle o fuscelle’ (ieri di paglia grossa, oggi di plastica). Si nota subito che è soffice, bianca e saporita come la prima.


Add a comment
Leggi tutto...
 
STORIA SEMISERIA DI UN PICCOLO PAESE: RIGNANO GARGANICO PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Lunedì 04 Novembre 2013 21:36

Fino a  ieri si pensava e si agiva  da grandi, oggi è moribondo

RIGNANO GARGANICO. Un piccolo paese della Montagna del Sole, dove ieri si pensava e s’agiva da grandi grazie alle sue particolari suscettibilità e valenze turistiche (panorama mozzafiato, centro storico medievale ben conservato e solido, Museo Paleolitico di Grotta Paglicci, aria pulita, tradizioni e soprattutto tanta cultura e spirito di accoglienza) ma che oggi va in rovina per colpa dell’ignoranza e dell’egoismo amministrativo degli ultimi anni. Ecco uno scritto pubblicato tanti anni fa, ma ancor valido nel suo contenuto e significato.


Add a comment
Leggi tutto...
 
ECCO L’HALLOWEEN DEL GARGANO PDF Stampa E-mail
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Martedì 29 Ottobre 2013 08:57

L'Aneme de 'lli Murte (l’anima dei morti) si celebra la notte successiva

di Antonio Del Vecchio

RIGNANO GARGANICO.  ‘Halloween dolcetto scherzetto’  non è dissimile dall’arcaica tradizione sullo stesso tema in voga sin dai primordi dell’umanità sul Gargano, e non solo. Per esempio a Grotta Paglicci in territorio di Rignano Garganico, il noto sito Paleolitico dove il culto dei morti è ben rappresentato da oltre  trentamila anni da oggi. Altre tradizioni più o meno simili sono quelle della “calzetta dell’Epifania” e de “ l’anime delli murte” (l’anima dei morti). Ecco di che si tratta. Il giorno dopo Halloween ossia la notte di tutti i Santi  si festeggia in quasi tutti i centri del Promontorio seduti a tavola “… con i defunti !”.


Add a comment
Leggi tutto...
 
‘LA STORIA VERA’ DELL’APOLLO DI GAZA PDF Stampa E-mail
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Sabato 26 Ottobre 2013 16:59

di Vincenzo Sfirro

È il 323 a.C. anno della morte di uno dei più grandi condottieri che la storia abbia mai conosciuto, Alessandro Magno. Dopo la sua fine la Grecia aveva ormai varcato sia dal punto di vista culturale che geografico i confini orientali, infatti, oltre che in Persia (che attualmente corrisponde a quegli stati arabi che dal mediterraneo si estendono fino ai confini indiani) le sue conquiste giunsero fino all’India. In questo periodo, detto appunto ellenistico, anche se la Grecia aveva perso l’unione, dettata dal proprio condottiero, aveva conquistato un’unità culturale immensa che influenzò i costumi e la cultura dei popoli d’oriente e d’occidente.


Add a comment
Leggi tutto...
 
I PROFUGHI MESSI DI DIO OSSIA SAPORE DI SALE SAPORE DI FEDE PDF Stampa E-mail
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Lunedì 14 Ottobre 2013 10:48

di Antonio Monte da Milano

I Profughi messi di Dio. L'angoscia del duro viaggio e la tristezza della lontananza fanno parte del disegno Divino, così come ogni nostro destino. I nostri Emigranti hanno assaporato codeste sensazioni alla ricerca del futuro migliore così come i Patrioti durante i moti rivoluzionari per evitare minacce repressive e sostenere i loro ideali, furono costretti a lasciare l'Italia. Il dolore è il sale della vita - sapore di sale - Rispettare i disegni Divini  - sapore di Fede.


Add a comment
Leggi tutto...
 
I ‘PUGLIESI NEL MONDO’ ALLA SETTANTASETT ESIMA FIERA DEL LEVANTE PDF Stampa E-mail
Le news - Saperi & Sapori
Scritto da Administrator   
Domenica 15 Settembre 2013 04:30

Al Padiglione 120, fino al 22 settembre 2013. Ecco il programma

di John Rocco Ferrara

BARI. Ecco il programma degli eventi in corso di svolgimento da qualche giorno al padiglione 120 della Fiera del Levante a Bari dedicato ai Pugliesi nel Mondo. L’iniziativa- secondo gli organizzatori – si ispira ad un percorso tematico ideale, che pone a confronto le esperienze migratorie della storia passata con il fenomeno delle nuove mobilità. Non per niente l’argomento introduttivo “emigrazione e salute” costituisce un doveroso richiamo alle vicende spesso tragiche che in passato hanno coinvolto i lavoratori pugliesi emigrati. Alcune di queste sono restituite al presente attraverso le immagini toccanti della mostra permanente “Migranti: la valigia di carbone –l’emigrazione pugliese in Belgio”.


Add a comment
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 14

Cercateci su Facebook

Un volume su Don Cella

Translate

Vi seguiamo ovunque!

     

Il nostro Carosello



Module by: Camp26.Com

Storie di Guerra

 

I personaggi

AUGURI A FRANCESCO & FRANCESCO
RIGNANO GARGANICO. Riceviamo e pubblichiamo con piacere su questa testata l’articolo a firma di Francesco Gisolfi e della sua compagna e consorte Vincenza. Entrambi personaggi noti e molto apprezzati dalla comunità rignanese. Il primo, docente di lettere in pensione e “sottile” politico (non per niente per ben due volte è stato sindaco della  cittadina, l’altra casalinga. E’ uno scritto di “cuore”, di cui ci compiacciamo vivamente per lo stile e la semplicità dei sentimenti. L’evento riguarda l’arrivo e il battesimo nel segno di Cristo dei suoi primi ed omonimi nipoti, ossia il secondo e terzo Francesco. Ci uniamo alla gioia dei nonni, a quella dei neo padri Antonio e Nunzio e alle rispettive mamme, nonché al resto della famiglia, augurando ai piccoli un radioso avvenire. Intanto, ci solletica un interesse particolare, da  appurare e da approfondire sulla genealogia della famiglia Gisolfi. 
Leggi tutto...

Il nostro Carosello



Module by: Camp26.Com

Collabora con noi

[googlef4d640c4b52fc484.html]