Il primo sito web dedicato ai Rignanesi e ai Garganici nel mondo!

CulturaEventiCenni StoriciMondoItaliaPugliaGarganoRignano G.

Benvenuti in una terra fantastica, con donne e uomini straordinari. Tra saperi e sapori, da scoprire assieme...

Fai un gesto solidale

HOTEL GARDEN ***

 
A San Giovanni Rotondo (FG)
 
Per prenotare 

LA TV LIBERA DEL GARGANO

LA MASSIMA

Non sempre si resta incudine, spesso si torna martelli. Lo dico a quegli stolti che usano le minacce invece delle parole! Chi scrive lo fa perché crede in questa arte e non si tirerà mai indietro di fronte a qualsivoglia pressione di questo o di quello stolto (Nonna Papera) :-D

SAGRE IN ITALIA

 
Sagre in Italia

Che tempo fa?

Min Max
Gio. sereno 24 33
Ven. quasi nuvoloso 21 33
Sab. nuvoloso rovesci 21 30
Scegli la città

L'orgoglio e il piacere di gridarlo a gran voce...

Home Notizie dal Gargano UNA STATUA SACRA A PROTEZIONE DEI PORTI DI VARAZZE E RODI GARGANICO
UNA STATUA SACRA A PROTEZIONE DEI PORTI DI VARAZZE E RODI GARGANICO PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Le news - Notizie dal Gargano
Scritto da Administrator   
Mercoledì 27 Novembre 2013 20:26

Un’ode per la Madonna della Libera, patrona del centro pugliese

di Antonio Monte da Milano

VARAZZE (SV). Per rifare il porto turistico di Varazze -SV- è stata rimossa la statua di Santa Caterina, venerata dai cittadini varazzini per essere stati guariti dalla peste. La Madonna ha sostato alcuni giorni nella città, ritornando da Avignone, dopo aver convinto   il Papa di rientrare a Roma. Il giorno ufficiale di riapertura del porto, il Sindaco si è rivolto ai cittadini con questo discorso: "sono riuscito a portare a termine questo capolavoro, riferito al porto, e rifatto il basamento dove verrà posta la statua della nostra Santa Protettrice". Ero fra il pubblico e il mio sguardo, quasi per richiamo, si è diretto ad osservare la Madonna. Notai sul Suo viso una smorfia di sorriso, interpretata da me come dicesse la frase ironica e saggia: " non sa che Ia vigilo da sempre questa spiaggia"?. Così che Le ho dedicato una ode, quale ringraziamento. La stessa cosa mi è capitata il giorno che visitai il porto turistico di Rodi, soffermandomi davanti alla Statua posta all'ingresso del porto e ammirando la Madonna, notai sul Suo viso  l'identica smorfia di sorriso, dopo aver letto in basso lo scritto. Riportai su pergamena il mio ringraziamento alla Direzione del porto. Alcuni mesi dopo  la Segretaria m'informò  che la pergamena si trovava  esposta presso gli uffici di Roma dell'impresa Cedonia. Riporto l' Ode di ringraziamento alla Madonna Libera:  Porto turistico di Rodi. Alla Santa Patrona il grazie infinito/per la nascita di sì opera d'arte/per il vigile sguardo in ogni parte/e sua nuova vita. Illuminalo con il sole, le stelle e la luna/a più riflettere nel mare profondo/e divulgare ai foresti del mondo/il suo vivo splendor. Proteggilo nel tempo/questo quadro stupendo/che diventi l'orgoglio, l'onore/per Rodi, per il Gargano, per tutti/sia, la premessa di un  futuro migliore.


Add a comment
 

Cercateci su Facebook

Un volume su Don Cella

Translate

Vi seguiamo ovunque!

     

Il nostro Carosello



Module by: Camp26.Com

Storie di Guerra

 

I personaggi

La storia di Antonio Cassa, pescivendolo per passione

Anche a San Marco c’è la “strada del mare”, per via di odori e sapori

di Antonio Del Vecchio

SAN MARCO IN LAMIS. Protagonista di questa storia è Antonio Cassa, classe 1961, originario di Manfredonia. E’ pescivendolo da una vita, ma non disdegna di fare anche il pescatore, quando capita. La dice lunga il suo volto asciutto, solcato dalle tipiche rughe solari e dal vento e la mobilità delle mani, frutto di allenamento continuo nel maneggio del cordame e delle reti. “La voglia della pesca, come quella della caccia – ci dice- fa parte dell’uomo sin dalla sua origine. Ed essa – ci spiega – non è eliminabile, ma la si può solo incanalare ed educare, rispettando la natura e il suo equilibrio”. Da ragazzo, Antonio, ama trascorrere il tempo libero in riva al mare. Ci va spesso da solo. I luoghi preferiti delle sue passeggiate sono di solito gli scogli di Acqua di Cristo o quelli del Golfo, a quei tempi stracolmi di granchi, di ricci e soprattutto di cozze ed altri mitili.  

Leggi tutto...

Il nostro Carosello



Module by: Camp26.Com

Collabora con noi

[googlef4d640c4b52fc484.html]