Il primo sito web dedicato ai Rignanesi e ai Garganici nel mondo!

CulturaEventiCenni StoriciMondoItaliaPugliaGarganoRignano G.

Benvenuti in una terra fantastica, con donne e uomini straordinari. Tra saperi e sapori, da scoprire assieme...

Fai un gesto solidale

HOTEL GARDEN ***

 
A San Giovanni Rotondo (FG)
 
Per prenotare 

LA TV LIBERA DEL GARGANO

LA MASSIMA

Non sempre si resta incudine, spesso si torna martelli. Lo dico a quegli stolti che usano le minacce invece delle parole! Chi scrive lo fa perché crede in questa arte e non si tirerà mai indietro di fronte a qualsivoglia pressione di questo o di quello stolto (Nonna Papera) :-D

SAGRE IN ITALIA

 
Sagre in Italia

Che tempo fa?

Min Max
Ven. quasi sereno 22 34
Sab. poco nuvoloso 23 36
Dom. poco nuvoloso 24 33
Scegli la città

L'orgoglio e il piacere di gridarlo a gran voce...

Home Spazio alla politica IL POPOLO DI RIGNANO CONTRO LA TARES, AFFOLLATO INCONTRO SUL COMUNE VOLUTO DALLE OPPOSIZIONI
IL POPOLO DI RIGNANO CONTRO LA TARES, AFFOLLATO INCONTRO SUL COMUNE VOLUTO DALLE OPPOSIZIONI PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Le news - Spazio alla politica
Scritto da Administrator   
Domenica 17 Novembre 2013 23:14

di Antonio Del Vecchio



RIGNANO GARGANICO. Quando si tocca in modo iniquo, indiscriminato e soprattutto senza una regola certa la tasca delle persone, la protesta e la ribellione collettiva è una conseguenza ineluttabile. E’ quanto sta correndo la comunità di Rignano Garganico, il più piccolo centro abitato della Montagna del Sole, oppressa dall’inatteso aumento della Tares, unico Comune d’Italia ad aver deliberato l’applicazione di siffatto balzello nel mentre se ne sta discutendo animatamente in questi giorni nell’apposite commissioni del Parlamento.

Si tratta mediamente di circa 500 euro a famiglia da pagarsi con bollettino F24 all’Agenzia delle Entrate di due rate, la prima spirante il 20 novembre e l’altra il 31 dicembre c.a. Di questo ed altri temi se n’è discusso animatamente ieri sera in un’affollata assemblea di uomini e donne svoltasi presso l’incontinente Sala consiliare del Municipio. Una partecipazione massiccia e sentita che non si riscontrava da decenni, nonostante la diminuita popolazione. A promuovere l’incontro era stata inizialmente il PD, ma a contribuirvi sono state tutte le forze politiche dell’opposizione, compresi i tantissimi sostenitori pentiti dell’attuale governo cittadino di Vito Di Carlo. Dopo la lucida e razionale introduzione del piddino Matteo Orlando sono seguiti innumerevoli e saggi interventi di personaggi noti e meno noti del mondo politico ed associazionistico locale. Tra gli altri, il sindacalista Giuseppe Piccirilli, i consiglieri della minoranza Matteo Nardella e Angelo Resta, gli ex- sindaci Nicola Saracino, Pietro Bergantino e Francesco Gisolfi, Luigi Di Claudio e Donato Del Priore, candidati più suffragati della lista “Rignano Futura”, Vincenzo Di Fiore, già candidato sindaco, Pina Gravina ed altre donne ancora tra il pubblico plaudente ed arrabbiato. Al termine è stato stilato un programma di richieste da sottoporre ad horas all’esecutivo comunale. In primo luogo, la revoca delle varie delibere attinenti assunte nell’ultima riunione consiliare e il rinvio del pagamento della seconda rata Tares a tempi nazionali, l’adeguamento del bilancio di previsione con l’attribuzione di almeno il 30% della somma di ristoro Pale Eoliche (480.000,00 l’anno) alla voce “Tassazione comunale”. Si è criticato aspramente lo sperpero di 700.000, euro circa riveniente dalla predetta voce d’entrata per opere inutili e inadeguate all’attuale consistenza demografica del paese (ex-piscina, palestra,ecc.). L’altra revoca riguarda il pagamento in rate annuali da parte dei cittadini di circa 233.000,00 euro, somma riscossa e non pagata al Comune dalla fallita Gema, da addebitarsi semmai non ai cittadini ma agli amministratori e ai tecnici responsabili di quest’ennesima scelta ‘scellerata’. All’uopo si è costituito un Comitato cittadino che studierà e presenterà al governo del paese le proposte risolutive. Infine, si è dato mandato ai due consiglieri presenti dell’opposizione di chiedere, a partire dal lunedì 18, una riunione urgente del Consiglio Comunale con l’iscrizione all’ordine del giorno dei problemi discussi e la richiesta di revoca delle deliberazioni ‘incriminate’.

 

 


Add a comment
Ultimo aggiornamento Martedì 19 Novembre 2013 13:17
 

Cercateci su Facebook

Un volume su Don Cella

Translate

Vi seguiamo ovunque!

     

Il nostro Carosello



Module by: Camp26.Com

Storie di Guerra

 

I personaggi

Don Leonardo Cella: commemorata, ieri sera, nella Chiesa matrice la figura e l’opera dello scomparso

“Festa dell’anima” per "santo salesiano", missionario in Madagascar

di Antonio Del Vecchio

RIGNANO GARGANICO. E’ stata per davvero una “festa dell’anima”, quella svoltasi, ieri sera, a Rignano Garganico. Il riferimento è alla manifestazione commemorativa in onore di Don Leonardo Cella , sacerdote e missionario salesiano di lungo corso in Madagascar, scomparso un anno fa, originario di questi luoghi. A dare colore e sapore salesiano all’evento hanno contribuito i suoi confratelli, colleghi e superiori, provenienti da ogni dove,  nonché  la numerosa  platea, che si è dimostrata sin dall’inizio ben motivata e intressata. Niente, dunque, musi lunghi e seriosi, come si riscontra di solito in simili occasioni,  ma tanti volti sorridenti e attenti, uniti dal credo e dalla pratica dei seguaci di Don Bosco e forse dalla stessa tipicità e semplicità del luogo: una mini-cattedrale a tre navate di stile cinquecentesco, dove l’abbellimento si riduce all’essenziale, relegato ai pochi affreschi, alla pietra marmorea delle sue svettanti colonne e del pavimento, e a quella rustica dell’altare e della cattedra.

Leggi tutto...

Il nostro Carosello



Module by: Camp26.Com

Collabora con noi

[googlef4d640c4b52fc484.html]