Antonio Del Vecchio
25/09/16

Notizie su Grotta Paglicci, oltre che sul sito internet e facebook, anche con "RignanoAPP" di Angelo Del Vecchio

L'intervento di Angelo Del Vecchio (1° a sx) L'intervento di Angelo Del Vecchio (1° a sx)

RIGNANO GARGANICO <<Buona sera a tutti, in questi mesi di attività del movimento culturale “Amici di Grotta Paglicci” da me rappresentato e fondato nel giugno 2015, a cui hanno aderito decine di sostenitori ed amanti dell’archeologia e del turismo ambientale, abbiamo constatato non solo la necessità ma l’obbligo di tornare a parlare e prepotentemente di Grotta Paglicci e dei tesori preistorici di Rignano Garganico,

che Voi attualmente e degnamente rappresentate come Pubblici Amministratori ed esponenti del mondo scientifico. Da un’attenta indagine compiuta su internet è emerso che le più recenti notizie scientifiche relative alla Grotta risalgono addirittura al 2004, 12 anni di totale silenzio se non legato ad eventi di cronaca per l’instabilità strutturale del giacimento (terremoti e alluvioni).  Questo non certo per demeriti dell’Amministrazione Comunale di Rignano o del Sindaco Di Carlo,che grazie a Ciavarella e Draisci,stalavorandobenepurseneldoverososilenzio. Ancheperquestoabbiamopensatodicreareun gruppo d’azione (nonunanuova associazione o un movimento in antitesi con altri sodalizi; ci interessal’unioneenonladisunione)pertornare a produrre sano dibattito sul sito paleolitico e quindi far parlare indirettamente anche della nostra cara Rignano. Ci eravamo dati allo scopo 12 mesi di tempo per implementare sui media e quindi su Internet la presenza di Paglicci e di tutto ciò che orbitava e orbita attorno ai tesori preistorici, protostorici e storici presenti sul territorio rignanese. Abbiamo realizzato allo scopo il v. L’oro di Grotta Paglicci, di cui sono curatore assieme a mio padre Antonio. Come avete notato, non si tratta di un testo scientifico, ma di una raccolta di articoli giornalistici, scritti da entrambi e pubblicati in parte su La Gazzetta del Mezzogiorno e per il resto su altre testate, comprese quelle digitali, come www.garganopress.info e www.rignanonews.com, da me dirette. Di questi contenuti non spetta a noi parlarne, perché direttamente interessai, quali autori, ma saranno altri a farlo. A me spetta, invece, parlare di Web. Nel corso di questi mesi, mi sono permesso di allestire un sito seguitissimo internet sul giacimento (www.grottapaglicci.it) e una pagina Facebook (GrottaPaglicci L’Evoluzione) perché non era possibile nell’era delle tecnologie avanzate e dei media di massa non essere presenti sul web e ci siamo apprestati a produrre, oltre al materiale divulgativo in cartaceo e in digitale sul tema in collaborazione con vari sodalizi, ma a rafforzare il predetto sito web con un’applicazione più moderna ed immediata, come “RignanoAPP”, che mi appresto a presentarvi anche visivamente. Si tratta della prima applicazione per cellulari/tablet Android e Mac IOs che permetterà, oltre a seguire tutto ciò che “bolle” sull’argomento principe di questa serata, anche di prenotare visite guidate, ristoranti, camere con il sistema B&BAir e partecipare ad eventi e sagre e qualsiasi altro programma in campo culturale. Perconcludere, con la nostra piattaforma informatica intendiamo essere al passo con i tempi ed informare il pubblico dei lettori e degli appassionati su i vari eventi dedicati a Grotta Paglicci e alsettore turistico in generale, potendo contare su una esperienza e presenza mediatica piuttosto consistente e validata qualitativamente e quantitativamente negli anni. Vi invito, quindi, a seguirci passo passo con il Vs cellulare. Ho finito. Grazie!  >>.    

N.B. Intervento  di Angelo Del Vecchio, in veste di coautore, di giornalista ed esperto di linguaggio e di tecnica  informatica, tenuto il 13 agosto 2016 alla presentazione  del v. "L'oro di Grotta Paglicci"                                                                                      

Letto 391 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.