Antonio Del Vecchio
18/02/16

Dopo San Marco in L. tappa anche a Rignano G. per il famoso rocher canadese Bocephus King

Rignano G. Masseria di Paglicci (foto Bramante su facebook) Rignano G. Masseria di Paglicci (foto Bramante su facebook)

 SAN MARCO IN LAMIS. La musica d’autore  di Mo’ l’estate Spirit Festival, diretta da Stefano Starace, dopo San Marco in Lamis (venerdì19), farà tappa  nella mattinata di domenica 21 anche a Rignano Garganico.

In entrambi i casi, l’iniziativa vedrà come ospite d’onore lo straordinario folk singer e rocher canadese Bocephus King, accompagnato dal suo accorato  quintetto Live. Come risaputo questo cantautore,  all’anagrafe James Perry, è ritenuto  una delle più grandi promesse della musica rock planetaria. La sua creatività è intrisa di tradizione indiana, come la città dove è nato. Arriva, infatti,  da Vancouver e più precisamente da Tsawwassen, una piccola cittadina sull’Oceano Pacifico ad un tiro di schioppo da Point Roberts, centro abitato conteso nel passato  tra Stati Uniti e Canada, contaminando la sua musica tra tradizione autoctona e modernità americana. Ora è in Italia, precisamente sul Gargano,  per farsi conoscere ed apprezzare sia dai palati fini sia dal grosso pubblico.  Per quanto riguarda Rignano, l’esibizione del talentuoso artista si svilupperà su un palcoscenico non di meno originale ed importante. Il riferimento è alla splendida e storica - preistorica cornice della Masseria “Paglicci”, alle pendici del paese, rinomata postazione di caccia dei Re Borboni ed a un tiro di schioppo dall’omonima Grotta (www.grottapaglicci.it), sito paleolitico di fama planetaria. A rendere noto il programma ci ha pensato la collega Samatha Berardino, responsabile dell’ufficio stampa dell’organizzazione. Lo ha fatto previo un articolato comunicato, di cui riportiamo di seguito i passi salienti. Esso ci fa sapere, tra l’altro, che l’illustre ospite si farà apprezzare domani 19 in “un matinée” dai i ragazzi dell’I.I.S.S. “Pietro Giannone” e nel  live serale dal pubblico in genere presso l’omonimo teatro. Domenica 21, come  accennato, ci si sposterà presso la Masseria Paglicci di Giuseppe Bramante, in località Settepende sotto Rignano. Il programma prevede: alle ore 10,00 una visita guidata presso la suddetta azienda, dove è allestito un apposito museo sulla civiltà agricola del passato; alle ore 11.30 aperitivo musicale, pranzo alle ore 13 e alle 17 l’annunciato concerto del Bocephus King Quintet. Ingresso su prenotazione fino a esaurimento posti:  347.4687088. Selezione Sabatino: 347.1078759 Slow Food condotta Manfredonia: 339.7100681 Slow Food condotta Gargano: 339.8839888. Il tutto sarà curato appuntino, come già scritto, da Mo’l’estate Spirit - Festival di musica, cultura e arte varia, giunto alla sua XXIII edizione. L’apertura degli spettacoli sarà messa in atto dal Gruppo Giàrt n.7e la scenografia ex-tempore da DDuMstudio. L’allestimento del “pranzo agricolo” di domenica, invece, è a cura di Forno Sammarco e Selezione Sabatino, con special guest: Bocephus King. Ufficio stampa: Samantha Berardino Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Secondo i bene informati delle ‘cose culturali’ locali, sarebbe stato ancor più bello se l’area della vicina Grotta Paglicci, di proprietà dello stesso Bramante, fosse stata da tempo attrezzata  a Museo all’aperto sull’esempio di Venosa, come ne invocava la realizzazione Arturo Palma di Cesnola, l’illustre studioso che per oltre trent’anni ne curò gli scavi. Se così fosse stato  per l’occasione sopradescritta, gli ospiti avrebbero potuto gustare, oltre al pranzo e alla musica di cui si è detto, anche i luoghi e i reperti paleolitici che tutti ci invidiano. Diamoci da fare, dunque, visto che quello in corso è l’anno “speciale” dedicato al predetto sito che  vedrà il suo culmine il 13 agosto venturo.

 

 

Letto 1049 volte Ultima modifica il Giovedì, 18 Febbraio 2016 14:02
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.