Angelo Del Vecchio
22/09/15

Ronchitelli: "Quando sarà inaugurato il Museo di Grotta Paglicci? Attendiamo chiamata dal Comune per fine allestimenti"

RIGNANO GARGANICO. Anche per Annamaria Ronchitelli, titolare degli scavi a Grotta Paglicci, è arrivato il momento di tornare a parlare del sito paleolitico e di riprendere le ricerche interrotte per lo stato di non agibilità del giacimento preistorico, lesionato dagli agenti atmosferici e tellurici dei mesi e degli anni scorsi.

 

Lo fa rispondendo ad una missiva del Movimento Amici di Grotta Paglicci.

Dall’e-mail di Ronchitelli emerge senza ombra di dubbio anche la necessità di aprire il Museo dedicato alla grotta e realizzato ormai da diversi anni (non è stato mai inaugurato!) e di mettere in sicurezza l’intero antro.

Mi scuso innanzitutto per il ritardo nel risponderLe, ma sono agli scavi di Ginosa dove la connessione alla rete non è sempre possibile. La ringrazio per le parole di stima e la prego di estendere i ringraziamenti agli amici e ai rappresentanti delle Istituzioni locali - spiega la Ronchitelli - ho visto che la notizia (del ritrovamento della farina di 32.000 anni fa - ndr) ha avuto ampia diffusione locale e non solo (…). Vorrei chiederle a cosa si riferisce quando parla di inaugurazione del Museo, che a me risulta non essere ancora stato aperto, tanto più che sto aspettando da anni il via libera per venire ad allestire gli ultimi pannelli espositivi. Mi rammarico degli scarsi contatti su quanto avviene o forse non avviene in loco. Riconfermo la mia disponibilità, laddove si pensi che possa essere utile ad un rilancio del sito e soprattutto alla sua messa in sicurezza”.

Centro Accoglienza Museo Grotta Paglicci

Duro l’intervento della Ronchitelli, che ad oggi resta uno degli scienziati e archeologici più conosciuti e stimati al mondo, la stessa che, prendendo spunto da quanto già di ottimo realizzato dal suo predecessore Arturo Palma di Cesnola, da tempo sta cercando di portare agli onori delle cronache internazionali. E con la notizia della farina di avena realizzata a Grotta Paglicci 32.000 anni fa ci è riuscita benissimo. Ora però occorrerà lavorare sodo per recuperare il tempo perduto.

Il 13 agosto 2016 è previsto a Rignano Garganico, paese nel cui territorio è ubicata la grotta, un’apposita Giornata nazionale dedicata al sito paleolitico a cui saranno chiamati a partecipare tutti gli attori del possibile rilancio di Paglicci nel mondo. In fondo non mancano gli elementi, essendo stati rinvenuti nel sito preistorico negli ultimi 45 anni oltre 45.000 reperti databili tra i 500.000 e gli 11.000 anni da oggi.

E’ una vergogna verificare dalla Ronchitelli che il Comune di Rignano, la Regione Puglia e l’Ente Parco Nazionale del Gargano non abbiano ancora provveduto a chiamare l’Università degli Studi di Siena per completare il Museo, un’area espositiva che sta impegnando tanti milioni di euro della comunità italiana senza un riscontro oggettivo in termini di ritorno economico-occupazionale e turistico. 

E’ arrivato il momento di fare un passo in avanti e il silenzio su Grotta Paglicci giova solo alla dimenticanza. Anche per questo è nato alcuni mesi fa da esperienze passate il Coordinamento Amici di Grotta Paglicci che vuole valorizzare il giacimento attraverso una presenza mediatica e convegnistica senza precedenti.

Ulteriori informazioni su www.grottapaglicci.it

Letto 1034 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Angelo Del Vecchio

E' nativo di Foggia, ma vive a Rimini dal 2009.

Ha passato la prima parte della sua vita girando l'Italia facendo ogni tanto ritorno nella sua cara Rignano Garganico, il più piccolo comune della Montagna del Sole.

E' giornalista-pubblicista dal 2004. Ha diretto dal 2012 al 2016 il quotidiano sanitario nazionale Nurse24.it, poi ceduto a terzi. In precedenza è stato direttore dell'agenzia di stampa "on line" Garganopress e di molte riviste e periodici sparsi lungo lo Stivale Italico. Attualmente si occupa dell'ufficio stampa di AssoCare.it e della rivista NurseNews.it.

Ha collaborato con varie testate giornalistiche locali, interregionali, nazionali e straniere, tra cui La Gazzetta del Mezzogiorno, Il Meridiano, Il Quotidiano di Foggia, L'Attacco, Il Corriere Adriatico, Telenorba, Telefoggia, Teleradioerre, Tele Blu, Tele Dauna, Teleradiopadrepio, Rete Smash Gargano, Ondaradio, Inforadio, Radio Centrale, Radionorba, Radio Manfredonia Centro, Il Messaggero, L'Avvenire, Repubblica, Il Corriere del Mezzogiorno, il settimanale Protagonisti, i settimanali satirici Cuore e La Peste, i periodici Gargano Nuovo e Meridiano 16, il circuito Euronews. Inoltre, ha collaborato alla realizzazione di trasmissioni per conto di Rai e Mediaset (Linea Blu, Linea Verde, Tg2, Tg3 Puglia, Mistero, La Macchina del Tempo). Al suo attivo ha 12 volumi pubblicati, redatti tra il 2000 e il 2012.

Ha conseguito la Laurea in Infermieristica il 26/11/2012 presso l'Università degli Studi di Bologna - Polo di Rimini e Cesena. La sua tesi di laurea "CleanHands 1.0" è stata premiata nel 2013 dal Collegio Ipasvi di Rimini e dall'Associazione Nazionale Infermieri Prevenzione Infezioni Ospedaliere (Anipio, Pesaro).

 

Sito web: www.angelorikydelvecchio.it