Antonio Del Vecchio

Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sulle pratiche agricole, a scopo terapeutico e sociale, gran raduno, a Rignano Garganico

RIGNANO GARGANICO. Parte da Villanova, antica ed attiva località agricola ai piedi di Rignano Garganico un ambizioso progetto che potrebbe rivoluzionare l’agricoltura nella sua funzione, oltre che produttiva, anche educativa e culturale.

Tra i progetti "smart Puglia", c'è anche quello di Peschici

PESCHICI. Al termine del percorso di selezione dei progetti relativi al bando«Community Library»,

All'ITES Fraccacreta di San Severo: "La musica popolare, tra tradizione e futuro"

SAN SEVERO. “La musica popolare: tradizione e futuro” è  il tema del convegno organizzato dagli “Amici della Musica” in programma sabato 3 febbraio 2018, alle ore 10, presso l’Auditorium dell’ITES “Fraccacreta” di San Severo.

Ecco il programma del 6° Carnevale 2018, ad Apricena

APRICENA. Il 13 gennaio scorso è stata inaugurata la 6ª edizione del Carnevale targato Movidaunia Apricena 

Venerdì 2 febbraio, incontro formativo degli Infermieri di Puglia, a San Marco in Lamis

SAN MARCO IN LAMIS. Si torna di nuovo a parlare del ruolo dell’infermiere e delle problematiche da affrontare nell’attuale momento della vita del Paese e delle sue istituzioni attinenti, a San Marco in Lamis.

25/02/18

Un tempo marinare la scuola era bello e praticato da tutti sia a San Marco sia a San Giovanni R.

RIGNANO GARGANICO. Memento mei! Un tempo marinare la scuola alle Superiori o all’ultima classe delle medie era uno ‘sport’ bello e praticato da tutti, sia a San Marco in Lamis, sia a San Giovanni Rotondo.

Giovedì 1° febbraio, Enrico Menduni sarà a San Marco in L. con il v. "Andare per treni e stazioni"

SAN MARCO IN LAMIS. Come preannunciato, Giovedì 1 febbraio, alle ore 18.00, si torna di nuovo nell’Auditorium della Biblioteca comunale di San Marco in Lamis.

Anche l’artista garganico Nick Petruccelli espone al Museo della Shoah, a Roma

SAN MARCO IN LAMIS.  Dal 27 gennaio 2018, in mostra permanente al Museo della Shoah di Roma, in Via del Portico d’Ottavia 29, tre maxi quadri  sul tema di Nick Petruccelli* (classe 1940).

Scelte decisive per l'orientamento e Scuole Superiori, a Peschici

PESCHICI. E’ tempo di scelte: orientamento scolastico e scuole superiori, un bivio importante in materia di futuro.

La Nuova Compagnia di Canto Popolare in concerto al Teatro “Verdi”

SAN SEVERO. Sarà la Nuova Compagnia di Canto Popolare il prossimo super ospite della 48.ma stagione concertistica dell’Associazione “Amici della Musica” presieduta da Gabriella Orlando.

Il concerto si terrà Sabato 3 febbraio 2018 alle ore 20 (porta ore 19.30) al Teatro “Verdi” di San Severo. Uno degli eventi più attesi della stagione culturale di San Severo.La NCCP - Nuova Compagnia di Canto Popolare - è stata definita «il più grande gruppo di musica etnico-napoletana», ambasciatore della forma musicale italiana più amata e diffusa all’estero, la musica popolare del nostro Sud. I concerti della NCCP rappresentano la storia della musica popolare più autentica del Sud d’Italia e della canzone napoletana nella sua forma più alta e colta. Il gruppo scava nei linguaggi, nelle tradizioni diverse e nelle varie culture che si sono mescolate nel tessuto di Napoli, una città che è sempre stata crocevia fra Occidente e Oriente. La musica araba e quella spagnola sono sicuramente le espressioni che hanno caratterizzato maggiormente il suo orizzonte musicale. Alcune “fronne”,come quelli dei venditori ambulanti napoletani, assomigliano ai canti dei muezzin arabi. Allo stesso modo l’uso del modo “frigio”,esprime il mondo spagnolo che tanto ha influenzato la musica napoletana. Lo strumentale dal titolo “Vico Tre Regine” è un omaggio alla musica andalusa e è in tutto e per tutto una “sevillana”, che potrebbe essere danzata in maniera canonica da una ballerina di flamenco.Dalla chitarra battente(strumento tipico della musica popolare del Gargano)al mandolino, dalla mandolaal mandoloncello, al “bouzouki” (tradizione greca), alla “quena”peruviana o alla “gralla”catalana, dalla ciaramellaalla zampogna, fino ad arrivare a ottoni classici come il bombardino, la trombae il trombone a pistoni. Questi strumenti hanno una loro forza sonora che può sfidare anche quella espressa dagli strumenti elettrici, possiedono una personalità che li rende unici e riconoscibili.Guidata oggi da due suoi componenti storici, Fausta Vetere e Corrado Sfogli, la NCCP esegue un repertorio straordinario, che va da successi celebri come “Tammuriata Nera” alle villanellee alle tammurriatecomposte dalla stessa Compagnia, fino ai brani più noti della tradizione napoletana, eseguiti con uno stile unico e inconfondibile. Da “Cicerenella” a “Ricciulina”, da “SiLi Femmene” a “Madonna de la Grazia”, dalla “Tarantella del Gargano” a “Tu Sai che la cornacchia”, ma anche brani nuovi come “Ma pecché”, “Pascalì” o “Napulitane”, tratti dal recente doppio album che celebra il 50° anniversario di questa storica band.Il gruppo prodotto e lanciato agli inizi degli anni ‘70 da Renato Marengo (è attualmente il direttore artistico dei “Cantori di Carpino”), con la direzione artistica di Roberto De Simone, dopo essersi esibito in migliaia di concerti in Italia e in oltre 100 concerti all’estero nelle più grandi città di tutto il mondo ha celebrato lo scorso anno i suoi 50 anni con un cd doppio. E questo lavoro - il 40^ della sua carriera - nuovamente prodotto da Renato Marengo e un tour nei maggiori teatri italiani ed europei tra cui San Severo. L’evento è organizzato in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Spettacolo dal Vivo Roma, la Regione Puglia – Assessorato dall’Industria Turistica e Culturale, con la Città di San Severo – Assessorato alla Cultura e con Resonance – Ritorni e sonorità fra arte, natura, cultura ed emozioni. Partner dello spettacolo Ferrovie del Gargano, Azienda Agricola Turco di Lesina e Cafè Noir di San Marco in Lamis. / FORMAZIONE NUOVA COMPAGNIA DI CANTO POPOLARE.Fausta Vetere: Voce e chitarra; Carmine Bruno: percussioni; Gianni Lamagna: voce e chitarra; Corrado Sfogli: chitarra, chitarra battente, bouzouki, mandoloncello, mandola; Michele Signore: violino, lira pontiaca, mandoloncello; Marino Sorrentino: flauto, ciaramella, zampogna, tromba; Pasquale Ziccardi: voce e basso. /Biglietti in vendita presso il botteghino del Teatro dal 29 gennaio ore 11.30-12.30/18.30-19.30 Info e prenotazioni 348.6628775

N.B. Comunicato stampa degli Amici della Musica di San Severo