Antonio Del Vecchio
28/12/13

In dialetto si dice/va è un vocabolario che ci insegna a parlare e a scrivere in rignanese

RIGNANO GARGANICO. Si tratta del primo ed unico vocabolario del dialetto rignanese. Infatti, prima di questo lavoro non c’è alcuno studio sistematico sull’argomento, ad eccezione di qualche tesi di laurea in glottologia di ex studenti mai giunti agli onori della stampa.

Gli unici sforzi andati in porto e pubblicati sono costituiti da una breve commedia dialettale dal titolo “Lu Capetone” e il glossario, entrambi contenuti nel v. Natale tra ieri e oggi…,di Antonio Del Vecchio ed altri, Regione Puglia – Crsec,2000, dal ricettario gastronomico Violacciocche di Rosaria Ponziano e soprattutto dall’opuscolo I Soprannomi, giunto come noto alla terza edizione. Il dialetto di Rignano si distingue da quello degli altri centri interni del Gargano sia nella fonetica sia nei vocaboli. Tutto questo si deve alla sua posizione geografica di affaccio sul sottostante Tavoliere, che lo porta ad avere con questo sterminato spazio antropizzato un rapporto stretto dal punto di vista, socio-culturale, economico e commerciale. Negli ultimi decenni l’italianizzazione del vernacolo ha influenzato negativamente, come altrove, il dialetto, che ha perso parte della sua originalità e purezza e che va da subito recuperata specie da parte della scuola, se si vuole per davvero rafforzare nelle giovani generazioni l’identità e  l’attaccamento alle proprie radici.

Gentile Paolo, In Dialetto si dice-va / Selezione di vocaboli rignanesi etimologia e frasario, con presentazione di Antonio Del Vecchio e disegni di Arcangela Campaniello, Regione Puglia – Crsec, 2002, pp. 225

Letto 1647 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.