Antonio Monte da Milano
14/08/14
Foto di Vito Del Vecchio Foto di Vito Del Vecchio

San Rocco aveva il dono dell'ubiquità era presente in diverse località, nel mondo e nel Gargano ha portato la guarigione divenuto per tanti paesi il Santo Padrone e ogni anno in Suo onore si rinnova la Processione.

 

 

Mettiamoci in cammino/ per il Santo Pellegrino/ che abbandonò i suoi

averi/ varcando i sentieri/ di fiumi, valli e foreste/ per sconfiggere la peste/.

Con il sacco della bontà/ si nutrì di carità/ donando il sorriso/ a chi

lacero aveva il viso/ apportando il conforto/ a chi era colpito dalla sorte/.

Quando si ammalò/ in una grotta si rifugiò/ un cane impietosito/ leccò

le Sue ferite/ rubando il pane al suo padrone/ fino alla guarigione/. 

La peste dilaga nella quotidianità/ contagia la nostra società/ ha una

nuova denominazione/ si chiama droga, pornografia/ ferite visibili nelle

case in ogni via/.

La pazienza non ha più valore/ si cercano successi senza sudore/

ne è preda il codardo/ che s'illude col gioco d'azzardo/.

Oh Santo Pellegrino/ crea un nuovo cammino/ alla moderna gioventù/

che viaggia distante da Gesù/.

Oggi che è la Tua festa/ salvala dall'attuale peste/. 

Letto 998 volte
Vota questo articolo
(2 Voti)
Antonio Monte da Milano

Giornalista, storico, poeta e scrittore. Ha lasciato la sua terra natìa, San Nicandro Garganico e attualmente vive nel Nord Italia a Varazze, nel Milanese.