Antonio Del Vecchio
20/12/13

La storia di Rignano in un volume emblematico di Padre Doroteo Forte

RIGNANO GARGANICO. Se si guarda all’anno di edizione, 1984, Rignano Garganico di Padre Doroteo Forte è da considerarsi il primo libro di storia sul paese. Prima di lui, negli anni ’30, aveva accumulato ricerche preziose in merito, l’illustre podestà e uomo di scuola, Antonio Cappelli. Il suo lavoro, comunque, non vide mai la luce, se non cinquant’anni dopo, per merito del figlio Francesco, edito a Sesto San Giovanni (MI) nel 1998. Di questo ne parleremo a parte. Il volume di P.Doroteo è un vero e proprio classico in materia, avendo esposto in modo chiaro ed asettico le alterne vicende che ha attraversato il paese e il territorio circostante dal Paleolitico ai tempi moderni. Secondo il racconto che ne fa lo stesso autore, il libro nasce per caso.

Infatti, in quegli anni egli si occupa principalmente della storia del movimento francescano in Capitanata e in Puglia. Tutt’al più si sofferma a rilevare e ad approfondire gli elementi attinenti alla vita del suo concittadino più illustre, ossia Padre Antonio Maria Fania da Rignano. Ciò nonostante ogni qual volta s’imbatte su notizie relative al paese, prende e accumula appunti. Ad un certo punto, vistane la consistenza, decide per il libro. Si spiega il perché alcuni secoli appaiono vuoti, altri cronologicamente discontinui e via discorrendo. Tuttavia, egli riesce a stendere una intelaiatura – base dove ogni tassello o traccia piccola o grande che sia s’inserisce bene come in un mosaico. Da qui il suo appello ai giovani di ieri, così pure a chi scrive, a continuare la ricerca, consultando per primo l’archivio parrocchiale, per proseguire, poi, attingendo a quello doganale e andando oltre ossia alla più estesa fonte dell’Archivio di Stato di Napoli. In parte questo è stato fatto e sono venuti fuori altri approfondimenti, come emerge dalla voluminosa bibliografia sul paese venuta fuori negli ultimi decenni.

P. Doroteo Forte, Rignano Garganico / Aspetti e momenti di storia locale, con disegni di M. Rosaria Del Re, Foggia, Convento Gesù e Maria, 1984, pp. 190.

Letto 1323 volte Ultima modifica il Venerdì, 20 Dicembre 2013 06:32
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.