Antonio Del Vecchio
09/01/14

Padre Antonio M. Fania da Rignano, il francescano più illustre nella Roma di Pio IX

In copertina, P. Antonio M. Fania, ritratto dal vero di F. Modesti  per l'affresco dell'Immacolata (Biblioteca Vaticana) In copertina, P. Antonio M. Fania, ritratto dal vero di F. Modesti per l'affresco dell'Immacolata (Biblioteca Vaticana)

 

RIGNANO GARGANICO. Dopo i primi tentativi di studio fatti, con la sua tesi di Laurea, da P.Leonardo Iannacci  alla fine degli anni ’30, eccovi ora la vita e l’opera completa di Padre Doroteo su Padre Antonio Maria Fania da Rignano, considerato il personaggio più illustre che il paese ha dato i natali nella sua storia.

Lo è per varie ragioni, sia nel campo religioso che in quello laico. Ai tempi di Pio IX è l’intellettuale più apprezzato è seguito sia dalla gerarchia che dalle principali accademie culturali dell’epoca. Lo è anche in termini di carriera e di posti di responsabilità. Ha ricoperto quasi tutte le massime cariche   dell’Ordine, ad eccezione di quella di Ministro Generale, negatogli con il solo voto extra ed è stato membro fisso di quasi tutte le commissioni e i consultori vaticani. In primis, quella per la proclamazione del Dogma dell’Immacolata, della quale fu il più autorevole componente.  Lo è soprattutto per la sua prolifica produzione di testi sui  massimi argomenti in discussione e in materia didattica e pedagogica nel campo del riformismo e del rinnovamento dell’Ordine e della Chiesa. Un discorso a parte è quello epistolare, intrattenuto ‘a prescindere’con i maggiori esponenti della cultura contemporanea, Pietro Giordano, Tommaso Giordani, ecc.  Infine, da vescovo di Potenza, è l’unico del paese ad aver ricoperto una così alta prelatura.

Il tutto è descritto sia  in forma indiretta, da esperto comunicatore della parola orale e scritta qual è, sia in modo diretto, facendo raccontare in prima persona dallo stesso protagonista alcuni passi significativi dell’opera.

 

P. Doroteo Forte,ofm,  P. Antonio M. Fania da Rignano Garganico / Un animatore e un precursore, Cattedra Francescana di Cultura Religiosa Foggia-Roma, Bari, Arti Grafiche Favia, 1961, pp. 208

Letto 1768 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.