Antonio Del Vecchio
12/01/14

L'alpino Pasquale Lonero fu tra i primi rignanesi a soccombere nella II Guerra Mondiale

Pasquale Lonero, classe 1915, di Rignano Garganicoa Pasquale Lonero, classe 1915, di Rignano Garganicoa

 

Il 16 gennaio 1941, lo stesso giorno in cui periva il tenente in spe, Venanzio Ponziano, suo compaesano in Rignano Garganico, ne seguiva  la medesima tragica sorte,  l’alpino Pasquale Lonero, classe 1915.

Entrambi impegnati sul Fronte greco –albanese, anche se in operazioni e luoghi diversi. Infatti, Lonero cadde mentre era intento a caricare un mortaio sulla nave che lo trasportava  a destinazione, unitamente ai suoi compagni d’armi, attraverso lo stretto di Corinto. Furono i primi a cadere nella seconda Guerra Mondiale. Tant’è che la loro morte fu riportata con enfasi patriottica da un giornale dell’epoca, la cui copia ingiallita era stata conservata in casa fino a qualche tempo fa e poi smarrita non si sa dove.  Come l’altro che sognava un avvenire radioso e ricco di soddisfazioni nella carriera militare, anche l’alpino se ne andò con dei sogni spezzati: conoscere il nipotino appena nato, figlio della giovane sorella Nunzia (classe 1920), alla quale aveva inviato pochi giorni primi un telegramma di felicitazioni; ma soprattutto riabbracciare, al termine della guerra, oltre ai propri cari, la diciassettenne Filomena, di cui da poco era fidanzato e voleva sposare.  A raccontarci queste cose  è la stessa Nunzia, oggi 94 anni circa. Lo fa con commozione e nostalgia, ripensando a quei giorni pieni di opposti sentimenti di gioia - dolore: la nascita del figlio, la morte del fratello e il marito lontano, impegnato sullo stesso fronte di guerra.  

Letto 1094 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.