Antonio Del Vecchio
12/02/15

Aforis: convegno a Brussels su “Bridging research innovation with regional development: the star*agroenergy experience”

FOGGIA.  Il 19 febbraio c.a., convegno, a Brussels,  presso la sede della Regione Puglia su “Bridging research innovation with regional development: the star*agroenergy experience”.

L’evento conclusivo di STAR*AgroEnergy si colloca nell’ambito del  progetto di ricerca europeo “FP7 STAR*AgroEnergy Scientific & Technological Advancement in Research on Agro-Energy: an integrated approach to renewable energy generation according to sustainability criteria, promosso dall’Università degli Studi di Foggia in partenariato con varie Università europee. Nell’ambito del Coordinamento dello Stakeholders Networking, Aforis Impresa Sociale, ha promosso e sostenuto nuove partnership in linea con le esigenze di ricerca del mondo scientifico e delle imprese interessate alle agrobioenergie ed ai biomateriali. Segue la nota di invito ufficiale, a firma del Coordinatore del progetto “STAR*AgroEnergy” , Massimo Monteleone, diramata in ogni dove. Con essa si fa sapere, tra l’altro, che nel corso dell’incontro  saranno dibattute proposte ed esperienze in grado di consolidare le capacità di ricerca ed innovazione per promuovere lo sviluppo regionale nel quadro della nuova politica Europea. Ecco il programma degli interventi:  on. Elena Gentile, membro del  Parlamento europeo e vice Presidente dell’intergroup; Claudia Piccoli, delegato del rettore dell’Università di Foggia; Fabio Boscaleri- Regione Toscana; Massimo Monteleone, coordinatore del Progetto in menzione; Dimitri Corpakis-Unità di  eccellenza, Adriana Agrimi del Dipartimento Ricerca, Industria e Innovazione. II Sessione: Emmanuel Koukios, membro Star AgroEnergy; Cristina Nanou, ufficio politico di Bioeconomy; Baruch Raz, membro Star AgroEnergy. Gli stessi cercheranno con le loro relazioni e approfondimenti di rispondere ad una serie di quesiti posti in progetto e sintetizzati nei seguenti argomenti: 1) L’esperienza nel settore della buio economia e maturata nel corso del progetto europeo in parola nel mettere insieme le comunità di ricerca, gli amministratori pubblici locali e gli imprenditori, al fine di generare opportunità d’innovazione su scala regionale; 2) idee e suggerimenti su come rafforzare le capacità di ricerca e innovazione dello sviluppo regionale; 3) il programma regionale “Smart Specialization Strategy” e il suo ruolo nel cogliere le opportunità emergenti e le sfide sociali più sentite; 4) connessioni tra la ricerca europea (H2020) e i fondi strutturali; 5) Le bioenergie e la bioeconomia, nel contesto europeo e su come la filiera produttiva di tipo “biobased” stanno contribuendo al raggiungimento di questa strategia;6) il ruolo delle politiche regionali e europee nell’indirizzare le bioenergie e la bioeconomia verso una prospettiva di sviluppo rurale; 8) dalle agro-energie alla bioeconomia, prospettive del progetto Star piùvolte citato. 

 

 

Letto 926 volte Ultima modifica il Giovedì, 12 Febbraio 2015 11:50
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.