Antonio Del Vecchio
13/05/14

Ecco la “tre giorni” del Forum ambientale “Green B.A.T.” al Castello di Barletta

BARLETTA. Nei giorni dal 15 al 17 maggio è in programma al Castello di Barletta il forum ambientaleGreen B.A.T”.

A promuoverlo è, appunto, la Provincia di Barletta Andria Trani, allo scopo di sensibilizzare – a quanto c’è scritto nell’apposito comunicato stampa  - Enti, Aziende e professionisti  alle buone pratiche ambientali, alla formazione tecnica, giuridica e amministrativa. Ed è per questo che l’evento in parola è strutturato con convegni e spazi espositivo ‐ didattici, diretti a stimolare essenzialmente nuovi spunti di riflessione e aprire discussioni in merito alle tematiche ambientali, oltre che comunicare le attività finora svolte dalla citata BAT, dall’Assessorato alle Risorse Naturali, Politiche Ambientali e Difesa del Suolo, dal Settore Ambiente, Energia, Aree Protette e Parco “Fiume Ofanto” e dal Settore Rifiuti e Bonifiche. Nella tre giorni di convegni ed eventi sono coinvolti, anche quest’anno, il Ministero dell’Ambiente, a Regione Puglia, i Comuni della Provincia, l’ARPA, l’ASL, l’Agenzia Territoriale per l’Ambiente del Patto Nord Barese Ofantino, le Università, gli Ordini Professionali, le Istituzioni Nazionali e Regionali (INARCH, INBAR, CNR, ENEA, AQP, et al.), le Associazioni di categoria (ANCE; CNA, Confesercenti, Confcommercio, Assimpro, Confapi, et al.) i Consorzi di raccolta e gestione rifiuti, il F.A.I., Legambiente e altre Associazioni ambientaliste. Ai convegni e i seminari, incentrati sulle tematiche ambientali di Rifiuti, Energia ed Acque, e accreditati dai rispettivi Ordini Professionali (Chimici, Ingegneri e Architetti, Geologi), svilupperanno i seguenti argomenti: 15 maggio, ore 9.00 ‐ Seminario su : “Emissioni acustiche ed odorigene:Complessità tecnica e soluzioni giurisprudenziali”; ore 16.00 ‐ Convegno su “Costruire sostenibile: analisi, efficientamento, certificazione”; 16 maggio ore 9.00 ‐ Convegno su “Terre e rocce da scavo”; ore 16 ‐ Convegno su “Gestire i rifiuti: Strumenti di pianificazione, autorizzazioni, ecoreati”; 17 maggio ore 9.00 ‐ Convegno su “Tutelare la risorsa idrica: sistemi di gestione e salvaguardia”; ore 18,00 ‐ Tavola rotonda su “Le 3R: RiusoRiducoRiciclo”. Durante la tre giorni, presso i vicini giardini “F.lli Cervi”  sarà realizzato il “Green Village”, spazio espositivo permanente, ampliato rispetto alla prima edizione, all’interno del quale saranno ospitati gli stand Informativi della Provincia, dei Comuni, degli Enti pubblici, dei Consorzi di raccolta rifiuti e delle Associazioni di categoria unitamente alle eventuali aziende, partner dell’evento. Saranno, inoltre, organizzati laboratori per bambini ed eventi volti a promuovere le iniziative messe in atto dall’Amministrazione Provinciale in materia ambientale o quelle di altri Enti e Organismi Pubblici ed Associazioni, le buone pratiche per il rispetto dell’ambiente e per la razionalizzazione delle risorse naturali, le azioni corrette per la gestione dei rifiuti e per il risparmio energetico. In questa edizione, saranno introdotti la sezione dedicata all’agricoltura biologica e a “km zero” ed eventi legati alla presentazione di libri riguardanti le tematiche ambientali. Con l’intenzione di raggiungere il maggior numero possibile di cittadini e stakeholder, tutta la manifestazione sarà supportata sia da comunicazione tradizionale e radio‐televisiva su scala regionale, prevedendo una postazione televisiva che dia risalto agli eventi programmati, sia da comunicazione via web.

Letto 1451 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.