Antonio Del Vecchio
30/08/16

Improvviso e doloroso "cambio di guardia" al vertice della parrocchia “Maria SS. Assunta” di Rignano

Don Nazareno Galullo Don Nazareno Galullo

RIGNANO GARGANICO. A conferma di quanto si vociferava da qualche giorno, dal 1 Settembre cambio di guardia al vertice della Parrocchia “Maria SS. Assunta” di  Rignano Garganico. Si tratta dell’unica struttura religiosa del paese.

Ecco il fatto. Dopo dieci anni di fervente apostolato, ricco di novità sia sul piano liturgico sia su quello pastorale, Don Nazareno Galullo, 47, in virtù di santa obbedienza, lascia l’incarico di parroco con destinazione San Severo, sua città natale e di vita. Al suo posto gli subentra Don Santino Di Biase, 36 anni, finora attivo in quel di Torremaggiore. Di lui e di più se ne saprà nei prossimi giorni. Va detto subito che la notizia è giunta in paese, come un fulmine a ciel sereno, il 20 agosto u.s.,  Tant’è che l’interessato n’è rimasto fortemente toccato, ma per poco tempo. Infatti,  dopo aver superato il disagio riveniente dall’immediatezza della cosa, egli è tornato di nuovo ad essere sereno e fiducioso come prima. Non a caso qualche giorno fa ha espresso con pacatezza e convinzione la sua immensa  gratitudine  per il paese e la comunità, che egli ha tanto amato nel corso di questi anni e che continuerà ad amare e a frequentare anche in  futuro,  in quanto nelle sue vene pulsa sangue rignanese, per via di madre. Secondo tantissimi cittadini,  la notizia odierna è da ritenersi ulteriormente funesta, se la si accosta al medesimo cambio di guardia in via di svolgimento al vicino Convento di San Matteo, che interessa la quasi totale fraternità.  Infatti, due dei partenti sono rignanesi.  Il riferimento è a Padre Gabriele, più volte guardiano ed economo del Convento, e a Padre Pietro, guardiano uscente e già Ministro Provinciale. Il primo, dopo 32 anni di permanenza, destinato a Campobasso e l’altro, dopo appena quattro anni, lascerà il luogo, per essere incardinato in quel di Bitonto. Come dire: Se San Marco piange, Rignano non ride affatto! 

Letto 3114 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.