Séraphine De Senlis, l'artista da manicomio che oggi è apprezzata in ogni dove

FOGGIA. Séraphine De Senlis, per molti è solo una paziente deceduta in manicomio, ex-cameriera, poverissima; per altri è un artista senza rivali, le cui ali sono state tarpate dal ricovero coatto in uno dei peggiori istituti “detentivi” d’Italia. A ripercorrere le sue gesta artistiche ed espressive ci penserà Katia Ricci, operatrice culturale e da sempre attenta alle lotte e alle conquiste sociali.

13 agosto 2014, si presenta il libro Parto non so se ritorno - Storie di Caduti e Reduci della Seconda Guerra Mondiale

RIGNANO GARGANICO. Chi si ricorda dei combattenti e dei reduci rignanesi della II Guerra Mondiale? Pochi di voi e grazie ai pochi racconti dei nostri anziani e a qualche foto sbiadita appesa su qualche parete di qualche vecchia abitazione o in qualche cassetto di qualche vecchia scrivania.

L'Ufficiale rignanese Giulio Ricci, prigioniero e reduce dalla disfatta italiana di Sidi el Barrani

RIGNANO GARGANICO. Giulio Pasquale Ricci nasce il 15 gennaio 1910 a Rignano Garganico da Ettore Gabriele*, ufficiale sanitario e medico oculista,  e da Adele De Filippis*.

Giulio Ricci, in esclusiva per i lettori di RignanoNews.com le sue Rime Sparse

RIGNANO GARGANICO. Giulio Ricci si rivela poeta sin da giovanissimo, componendo una serie di liriche. Lo fa da eclettico, influenzato ancora dalle letture scolastiche e condizionato dalla poca esperienza di vita. Pertanto, in alcune liriche si avverte l'influenza aleardiana, in altre quella leopardiana e in altre ancora rapisardiana.

Regina dei Rignanesi nel mondo: entrano tra le prime 8 Grazia Martina Vincitorio e Michela Tancredi

RIGNANO GARGANICO. Restano 8 le pretendenti al titolo di "Regina dei Rignanesi nel mondo", ma rispetto alla scorsa settimana due hanno perso terreno e hanno fatto spazio alle new-entry Grazia Martina Vincitorio e Michela Tancredi. Tra le ragazze indicate da voi lettori ci sono anche Alessia Buttacchio, Lea Pontonio, Cristina Nardella, Rosa Divina Di Fiore e Sara Petruccelli. Ma vediamo chi sono le estromesse (per ora) dal concorso!

Il pilota Carlo Ricci fu l’unico rignanese a conquistare la medaglia d’argento nella II Guerra

RIGNANO GARGANICO. Carlo Ricci, nacque nel 1913 a Rignano Garganico, dove passò con gli amici indivisibili  (Venanzio Ponziano, Francesco Cappelli ed altri coetanei) la sua spensierata fanciullezza. Poi andò in collegio al Vomero in Napoli per proseguire gli studi superiori che furono successivamente completati a Bologna, dove s’iscrisse alla Facoltà di Legge, laureandosi in Giurisprudenza.