A Bari i tre colori dell'emigrazione: mostra e convegno

BARI. Tornano di nuovo alla ribalta, in termini di mostra e di tavola rotonda, “I tre colori dell’Emigrazione”, a Bari. Tutto questo ha lo scopo di far conoscere agli studenti uno dei fenomeni di sommovimento che più segnarono la storia della nostra Puglia. A promuovere l’iniziativa questa volta ci ha pensato l’Istituto Tecnico Tecnologico “M. Panetti” del capoluogo, diretto da Eleonora Matteo.

E così ho lasciato la mia terra, storie di emigrazione tra Rignano, San Marco e San Giovanni

L’emigrazione è un fenomeno storico di grande impatto sociale, economico e culturale  che ha sensibilmente modificato l’assetto delle antiche comunità agropastorali del Gargano e del mezzogiorno interno, mettendo in evidenza ritardi, conflitti e tensioni di rinnovamento. Tanto accade in minor misura e intensità durante  l’emigrazione nelle Americhe della prima metà del secolo scorso, e in modo più incisivo nel secondo dopoguerra, a seguito dell’ondata verso i Paesi europei più evoluti.

La Grande Rignano dell'emigrazione dentro e fuori dall'Italia

RIGNANO GARGANICO. Il libro raccoglie le storie di vita di emigrati rignanesi all’interno e all’esterno dell’Italia.  E’ un fenomeno che è sempre esistito e persiste ancora, perché non c’è lavoro, ma anche per la voglia di evasione che spingono tanti giovani ad andare via per cercare altrove una sistemazione migliore. Così, oltre alla solita manodopera generica,vediamo medici, architetti, avvocati, tecnici specializzati, ecc. affermarsi nelle grandi città del Nord, come Torino, Milano, Bologna, Roma.

L'emigrazione in capitanata tra il secondo dopoguerra e gli Anni '70

Il libro dal titolo Italy Italien Italie Italia / L’emigrazione dalla Capitanata tra il secondo dopoguerra e gli anni ’70, per i tipi della Regione Puglia – Crsec Provincia di Foggia, è in vetrina  la prima volta  nel 2003, con prefazione dell’allora  governatore della Puglia, Raffaele Fitto. Trattandosi del primo lavoro sul campo a livello regionale, le copie vanno a ruba e, nel giro di qualche anno, sono del tutto esaurite. Si dà mano da subito alla progettazione di una ristampa riveduta e ampliata che vede la luce nel 2007, presentata da Elena Gentile, assessore pugliese alla Solidarietà.