Serata di gran galà, ieri 14 agosto, per l’anteprima del volume "Lu paijéese iènne dellu paijesane"

Serata di  gran galà  per la presentazione del libro Lu paijéese iènne dellu paijesane, svoltasi, ieri 14 agosto,  nella gremita  Piazza San Rocco, a Rignano Garganico.

Raimondo Ardolino, con l’ultimo libro, si conferma un raffinato poeta e scrittore

RIGNANO GARGANICO. È in vetrina da qualche giorno l’ultima grande fatica di Raimondo Ardolino. Si chiama “Lu paiése iènne de llu paisane”, che segue a distanza di un anno quella de “La fenèstre de la putéche”. Si tratta di un ‘opera accattivante, composta per metà di poesie, per il resto di racconti. Lo scritto è in perfetto vernacolo rignanese, tranne alcune liriche a carattere sentimentale che sono in italiano e ne completano il discorso espositivo. Il volume sarà presentato a Rignano il prossimo 14 agosto a partire dalle ore 21.00 in Piazza San Rocco. Il libro si conclude con la post-fazione, curata da Paolo Gentile.

Raimondo Ardolino, il 14 agosto si presenta il suo ultimo lavoro in dialetto rignanese

RIGNANO GARGANICO. Ha superato da poco i 40 anni e si è rivelato uno degli artisti più interessanti di una Italia minore che poi tanto minore non è. Si tratta di Raimondo ArdolinoInfermiere presso la Farmacia della “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo (città in cui vive), che negli ultimi tempi si è fatto notare per le sue foto artistiche e per la capacità di sintetizzare colori, calori, culture e passioni in versi “vulgari” pieni di pathos e di sensazioni irripetibili.

Nuovo volume dell'artista Raimondo Ardolino

RIGNANO GARGANICO. Sarà presentato il prossimo 14 agosto, alle ore 21.00 il nuovo lavoro editoriale dell'artista e infermiere Raimondo Ardolino. Dopo i successi dei volumi precedenti, ora è la volta di "Lu paièse iennu de llu paisane". Vi terremo aggiornati sulla presentazione e sull'opera.

La fenestre de lla puteche, il primo volume di Raimondo Ardolino

RIGNANO GARGANICO. Il 12 agosto 2014 a Rignano Garganico si presenta il volume di poesie di Raimondo Ardolino dal titolo "La fenestre de lla puteche".