Personaggi

Personaggi (219)

Dopo la “tre giorni”, i “creativi” della Lotus, Rancinan e Coco, con una foto, salutano Rignano G.

 RIGNANO GARGANICO. È terminata ieri sera la “tre giorni” di visita a Rignano  di Gérard Rancinan, artista e fotografo francese tra i più apprezzati del mondo. Precisamente si è intrattenuto dal 29 luglio al 1^ agosto, ospite gradito dell’amico Donato Coco, designer automobilistico tra i più importanti e creativi del mondo.

È Maria Nisi, la nuova poetessa di Rignano G., appartiene al popolo degli emigranti

RIGNANO GARGANICO. Una nuova poetessa si è cinta la testa di alloro, a Rignano Garganico. La notizia ci è pervenuta qualche giorno fa da Raimondo Ardolino, che si dice fortemente addolorato per non aver fatto in tempo ad inserire qualche composizione di lei  nel suo libro di prossima presentazione “Lu pajese ienne dellu pajesane”.

Addio ad Arcangelo Cella, detentore - operatore dell’unico Cinema, a Rignano Garganico

 RIGNANO GARGANICO. Resterà un nome e un personaggio indimenticabile nella storia di Rignano, per essere stato detentore - operatore del primo ed unico cinematografo del paese. Il riferimento è a Michelarcangelo Cella, alias Arcangelo, scomparso l’altra mattina, 11 luglio,  nell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza a San Giovanni Rotondo, dove era degente da circa una settimana a seguito di una frattura al femore, conseguita accidentalmente nella sua abitazione di Via Ten. Ponziano, a Rignano.

Taranto. Parla Antonio, Boss di “MasterMind Italia” : "Basta Millantatori di Finte Competenze"

TARANTO –Nel comunicato stampa che segue  si parla di Antonio Filograno, imprenditore del legno e dei grandi marchi a 360° e Boss del "Talent dell'Anno" MasterMind Italia, il "Talent dell’Anno" dedicato alla ricerca ed all’ inserimento nel mondo del lavoro...

Grande successo di pubblico e di critica per il volume.”La Cumpagnia Scarpine”, a San Marco in Lamis

SAN MARCO LAMIS. Accolta con calore e simpatia la presentazione del libro “La Cumpagnia Scarpine” di Pietro Villani, a San Marco in Lamis. Il libro tesse le lodi di un personaggio tipico dei suoi tempi. Si tratta di Michele Stilla, alias “Scarpine”,  macellaio per professione ma compagnone e burlone per natura e carattere, in virtù della battuta facile e degli scherzi messi  puntualmente  a segno ad ogni evenienza e persona.

Storia di un pellegrinaggio: Matilde di Canossa va al Santuario di San Michele, in Monte Sant’Angelo di Antonio Monte da Milano

SANNICANDRO GARGANICO. Nel mese di Maggio 1089 la contessa Matilde di Canossa si mise in viaggio via mare, da fedele ,per un devoto pellegrinaggio all’Arcangelo Michele.

Sant’Antonio: sabato 13 giugno, “festa grande” a Rignano Garganico e dintorni

RIGNANO GARGANICO. Come preannunciato, sabato tredici giugno, “festa grande”, a Rignano Garganico e dintorni. E questo per la ricorrenza del Santo del giorno, ossia Sant’Antonio da Padova (1195 – 1231). Tanti anni or sono c’era anche la novena di preparazione.

La Scuola Elementare nel secondo dopoguerra, a Rignano Garganico

RIGNANO GARGANICO. Dopo la caduta del Fascismo e la Liberazione dell’Italia da parte degli alleati, anche a Rignano Garganico la vita della comunità si presenta assai grama e senza futuro. Ci si continua a sostenersi con la tessera;  s’indossano i vecchi vestiti, rattoppati in casa; per le ordinarie evenienze si calzano i cosiddetti “scarpune” (calzature fatte con tomaie di gomma ricoperte di tela grezza).

Anche Rignano piange la morte del giovane sammarchese Mario Tenace

RIGNANO GARGANICO.  Anche Rignano Garganico piange la morte di Mario Tenace, il giovane sportivo tragicamente scomparso nella mattinata di ieri, a San Marco in Lamis, sua città di vita e di residenza.

Addio al Foggianiello, ad un mese dalla sua dipartita Rignano piange l'uomo buono

RIGNANO GARGANICO. Con lui se ne va un altro importante e caratteristico personaggio della Rignano “buona e brava” degli ultimi decenni, quella che si distingue non con il censo e l’arroganza, ma con la semplicità, la laboriosità e la bontà d’animo. Si tratta di Gabriele Nardella, meglio noto col soprannome di “Foggianiello”, in virtù della sua statura minuta e della città di origine, appunto Foggia.  Qui, ultimo di quattro fratelli e una sorella, nasce il 7 dicembre 1958, da papà Giovanni, originario di San Marco in Lamis e da mammà Rosa Mele di Torremaggiore.