Personaggi

Personaggi (200)

Il cineasta rignanese Francesco Longo si rifà vivo “In articulo mortis”

RIGNANO GARGANICO. Dopo “Skizophrenia”, cortometraggio premiato lo scorso anno  con tre “award” a San Diego (USA), l’autore e regista Francesco Longo,  è di nuovo alla ribalta della cronaca nell’ambito del cinema Indipendente di genere “Horror”.  Infatti, si è conclusa pochi giorni fa  quella che egli stesso definisce una “fantastica giornata” in veste di "VISUAL EFFECTS SUPERVISOR " sul set del teaser trailer " IN ARTICULO MORTIS ".

Cordoglio generale per la scomparsa di Paolo Pizzichetti, attivo e benvoluto artigiano, a Rignano Garganico

RIGNANO GARGANICO. Paolo Pizzichetti, classe 1927, non c'è più. Se n'è andato via, ieri sera, in punta di piedi nella sua casa di Via Manzoni, dove viveva pressoché autonomo da alcuni anni, dopo la morte della sua amata moglie. Tutti li ricordano ancora come una delle più belle coppie del paese. Assieme al fratello Salvatore, era uno degli ultimi testimoni di un mestiere ormai scomparso da mezzo secolo e più: il fabbro. Ecco la storia dell'uomo e del suo mestiere, peraltro. rappresentato nel Presepe Vivente che tra qualche settimana prenderà il via.

Schizofrenia? Ecco l'analisi e i rimedi nell'omonimo cortometraggio del regista cinematografico Francesco Longo di Rignano Garganico

RIGNANO GARGANICO. Per conoscere e forse per guarire dalla Schizofrenia basta vedere, assaporare ed analizzare l’omonimo cortometraggio di Francesco Longo, originario di Rignano Garganico, assurto a notorietà internazionale, grazie all' “award” conquistato (su tre nominations) a sorpresa di recente al “Fantastitic Horror Film Festival” di San Diego (USA).

Ecco la storia di emigrazione di Peppino Resta, il panettiere venuto dalla Germania

RIGNANO GARGANICO. Peppino Resta non c’è più, ma la memoria di lui rimane, oltre che per il suo beneamato mestiere, soprattutto per via della sua avventura emigratoria in terra teutonica (vedi anche v. “Dal paese al mondo/ Storie di vita di emigrati di Rignano Garganico di Angelo Del Vecchio, Araiani, 2006). Il racconto che segue, anche se interpretato , è riportato in forma diretta per una più facile e comprensiva lettura e coinvolgimento.

Ennesimo battesimo di fuoco per il poeta apricenese Franco Ferrara in quel di Foggia

 
   

FOGGIA. Ennesimo battesimo di fuoco per il poeta apricenese, Franco Ferrara.  Il 13 novembre 2015 alle ore 16,30 ha presentato all’Università Crocese – Scuola di Tradizioni, Sezione Folklore e Ricerca di Capitanata in Foggia il suo secondo libro "Natùrë pë li Trattùrë dë Stòrjë Prucënésë" (NATURA PER I TRATTURI DI STORIA APRICENESE). Si tratta di  una raccolta di poesie in Lingua Dialetto di Apricena e Italiano.

Ennesimo battesimo di fuoco per il poeta apricenese Franco Ferrara in quel di Foggia

 
   

 

FOGGIA. Ennesimo battesimo di fuoco per il poeta apricenese, Franco Ferrara.  Il 13 novembre 2015 alle ore 16,30 ha presentato all’Università Crocese – Scuola di Tradizioni, Sezione Folklore e Ricerca di Capitanata in Foggia il suo secondo libro "Natùrë pë li Trattùrë dë Stòrjë Prucënésë" (NATURA PER I TRATTURI DI STORIA APRICENESE). Si tratta di  una raccolta di poesie in Lingua Dialetto di Apricena e Italiano.

Rignano G., ecco la nostra prima vacanza trascorsa da ragazzi in quel di Capurso nel 1951

RIGNANO GARGANICOA. Nell’ottobre 1951, io (dieci anni e passa)  e mio cugino Matteo (12 anni), ci siamo goduta  la prima vacanza fuori da Rignano, addirittura alla “marina”. Così si chiamava a quei tempi la zona del Sud- Est barese. Ci portò mia nonna “AntoniellaLimosani (1880), per farci  conoscere la famiglia di mio nonno Vincenzo Lonero.

La storia di Carmine ed Antonietta. Freschi sposi, costretti dalla guerra si lasciano per non rivedersi mai più!

La storia di Carmine ed Antonietta.  Freschi sposi, costretti dalla guerra si lasciano per non rivedersi mai più!

RIGNANO GARGANICO.  Lui, Carmine, trentenne, Lei, Antonietta,  dieci anni in meno, sposi il 23 agosto 1942, si lasciano dopo una settimana, per non rivedersi mai più. L’uomo, soldato artigliere, sfumata la breve licenza di matrimonio,  è costretto, infatti,  a rientrare nel suo reggimento schierato sul fronte di guerra  greco – albanese, dove è impegnato dal 28 ottobre del 1940.  

La storia di Carmine ed Antonietta. Freschi sposi, costretti dalla guerra, si lasciano per non rivedersi mai più!

RIGNANO GARGANICO.  Lui, Carmine, trentenne, Lei, Antonietta,  dieci anni in meno, sposi il 23 agosto 1942, si lasciano dopo una settimana, per non rivedersi mai più. L’uomo, soldato artigliere, sfumata la breve licenza di matrimonio,  è costretto, infatti,  a rientrare nel suo reggimento schierato sul fronte di guerra  greco – albanese, dove è impegnato dal 28 ottobre del 1940.

Dall’Australia al Gargano a spasso con Domenico e Rosetta. La storia

RIGNANO GARGANICO.  Domenico De Angelis,classe 1938, originario di Rignano Garganico, vive in Australia da oltre 55 anni, felicemente sposato con Rosetta Resta, classe 1940, fin dal 1964.