Personaggi

Personaggi (183)

Ecco la storia di emigrazione di Peppino Resta, il panettiere venuto dalla Germania

RIGNANO GARGANICO. Peppino Resta non c’è più, ma la memoria di lui rimane, oltre che per il suo beneamato mestiere, soprattutto per via della sua avventura emigratoria in terra teutonica (vedi anche v. “Dal paese al mondo/ Storie di vita di emigrati di Rignano Garganico di Angelo Del Vecchio, Araiani, 2006). Il racconto che segue, anche se interpretato , è riportato in forma diretta per una più facile e comprensiva lettura e coinvolgimento.

Ennesimo battesimo di fuoco per il poeta apricenese Franco Ferrara in quel di Foggia

 
   

FOGGIA. Ennesimo battesimo di fuoco per il poeta apricenese, Franco Ferrara.  Il 13 novembre 2015 alle ore 16,30 ha presentato all’Università Crocese – Scuola di Tradizioni, Sezione Folklore e Ricerca di Capitanata in Foggia il suo secondo libro "Natùrë pë li Trattùrë dë Stòrjë Prucënésë" (NATURA PER I TRATTURI DI STORIA APRICENESE). Si tratta di  una raccolta di poesie in Lingua Dialetto di Apricena e Italiano.

Ennesimo battesimo di fuoco per il poeta apricenese Franco Ferrara in quel di Foggia

 
   

 

FOGGIA. Ennesimo battesimo di fuoco per il poeta apricenese, Franco Ferrara.  Il 13 novembre 2015 alle ore 16,30 ha presentato all’Università Crocese – Scuola di Tradizioni, Sezione Folklore e Ricerca di Capitanata in Foggia il suo secondo libro "Natùrë pë li Trattùrë dë Stòrjë Prucënésë" (NATURA PER I TRATTURI DI STORIA APRICENESE). Si tratta di  una raccolta di poesie in Lingua Dialetto di Apricena e Italiano.

Rignano G., ecco la nostra prima vacanza trascorsa da ragazzi in quel di Capurso nel 1951

RIGNANO GARGANICOA. Nell’ottobre 1951, io (dieci anni e passa)  e mio cugino Matteo (12 anni), ci siamo goduta  la prima vacanza fuori da Rignano, addirittura alla “marina”. Così si chiamava a quei tempi la zona del Sud- Est barese. Ci portò mia nonna “AntoniellaLimosani (1880), per farci  conoscere la famiglia di mio nonno Vincenzo Lonero.

La storia di Carmine ed Antonietta. Freschi sposi, costretti dalla guerra si lasciano per non rivedersi mai più!

La storia di Carmine ed Antonietta.  Freschi sposi, costretti dalla guerra si lasciano per non rivedersi mai più!

RIGNANO GARGANICO.  Lui, Carmine, trentenne, Lei, Antonietta,  dieci anni in meno, sposi il 23 agosto 1942, si lasciano dopo una settimana, per non rivedersi mai più. L’uomo, soldato artigliere, sfumata la breve licenza di matrimonio,  è costretto, infatti,  a rientrare nel suo reggimento schierato sul fronte di guerra  greco – albanese, dove è impegnato dal 28 ottobre del 1940.  

La storia di Carmine ed Antonietta. Freschi sposi, costretti dalla guerra, si lasciano per non rivedersi mai più!

RIGNANO GARGANICO.  Lui, Carmine, trentenne, Lei, Antonietta,  dieci anni in meno, sposi il 23 agosto 1942, si lasciano dopo una settimana, per non rivedersi mai più. L’uomo, soldato artigliere, sfumata la breve licenza di matrimonio,  è costretto, infatti,  a rientrare nel suo reggimento schierato sul fronte di guerra  greco – albanese, dove è impegnato dal 28 ottobre del 1940.

Dall’Australia al Gargano a spasso con Domenico e Rosetta. La storia

RIGNANO GARGANICO.  Domenico De Angelis,classe 1938, originario di Rignano Garganico, vive in Australia da oltre 55 anni, felicemente sposato con Rosetta Resta, classe 1940, fin dal 1964.

I funerali: Don Nazareno ha ricordato con accenti commossi la figura umana e religiosa di Don Antonio Gentile

RIGNANO GARGANICO.  Per l’ultimo saluto a Don Antonio Gentile, chiesa matrice stracolma di gente, a Rignano Garganico. E ciò nonostante il vento e il freddo gelido che ha impedito a tanti, vicini e lontani, di parteciparvi, specie le persone più anziane e malandate.

Oggi a Molfetta e domani a Rignano G. i Funerali di don Antonio Gentile

RIGNANO GARGANICO. Duplice addio per don Antonio Gentile. I funerali saranno celebrati nel pomeriggio di oggi a Molfetta. Quindi, il feretro sarà trasportato a Rignano nella Chiesa Matrice “Maria SS. Assunta.

Addio, Don Antonio Gentile , con te se ne va via da Rignano un grande prete ed educatore!

 RIGNANO GARGANICO. Accolta con grande dolore e commozione, la morte di un suo concittadino illustre, a Rignano garganico.  Si tratta di don Antonio Gentile, classe 1939, salesiano dal 1954. Il tutto è accaduto all’improvviso presso la Casa Salesiana di Molfetta.