Antonio Del Vecchio
25/08/15

Rignano Garganico ha rubato “un pezzo di cuore” agli Scout di Bergamo 3

Rignano G. Scoot di Bergamo 3 (foto di archivio) Rignano G. Scoot di Bergamo 3 (foto di archivio)

RIGNANO GARGANICO. Come si è già dato notizia, nella prima decade di agosto, un nutrito gruppo di Scout di Bergamo 3 (oltre una ventina)  è stato per alcuni giorni, a Rignano Garganico. Tra l’altro, hanno visitato pure le sottostante campagne, dove ferve di questi tempi la raccolta del pomodoro.

 Ad accompagnarli c’era Fabrizio Longhi, rignanese di adozione, in quanto per circa un decennio è stato uno dei parroci più amati e ben voluti che si sono succeduti in paese. Era un punto di riferimento educativo soprattutto per i giovani con le sue molteplici ed originali iniziative. Non si ricordano quante, quasi tutte  incisive ed indimenticabili. Tanto che qualcuno, in virtù dei suoi innumerevoli ed alti  meriti di maestro e guida ,  ha invocato  di concedergli la cittadinanza onoraria. Di seguito pubblichiamo volentieri la lettera  di saluto – ringraziamento, a firma dei suoi allievi Scout, pervenuta Vito Di Carlo, quale primo cittadino e massimo rappresentante della comunità ospitante. Cari rignanesi,  / a malincuore vi dobbiamo salutare perché il nostro viaggio alla scoperta del Gargano non è ancora finito. /  Questi tre giorni trascorsi in vostra compagnia ci hanno fatto sentire accolti come se facessimo parte di una grande famiglia. / Ce l’avete dimostrato a partire dai piccoli gesti come il saluto per strada o il pane e pomodoro a quelli più emozionanti come essere ospitati nelle vostre accoglienti dimore. Non riusciremo mai a sdebitarci completamente per tutto quello che avete fatto ma ricordate che per voi, a Bergamo, le porte saranno sempre aperte. / È stata un’esperienza indimenticabile e a tutti noi Rignano ha rubato un pezzo di cuore. / Grazie di tutto. / Buona strada! / Con affetto, / Scout Bergamo 3.

Letto 740 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.