Antonio Del Vecchio
05/01/15

Presepe Vivente: grazie a Gabriele Orlando rivive l’antico mestiere del Liutaio, a Rignano G.

Rignano Garganico. Il liutaio Gabriele Orlando Rignano Garganico. Il liutaio Gabriele Orlando

RIGNANO GARGANICO. Domani pomeriggio, 6 gennaio, ultimo giorno per il Presepe Vivente di Rignano Garganico. A far rivivere in paese il mestiere del Liutaio,  forse il più importante e significativo sul piano artistico e commerciale, è Gabriele Orlando, falegname quarant’enne, onnipresente in quasi tutte le passate performance. 

Tale” chitarra è detta anche “chitarrino”. Era costituita a suo tempo dalla famiglia Francesco Borracino di Cerignola. Questo strumento, a 10 0 a 12 corde, si è diffuso largamente in tutto il Gargano e nel Meridione italico, tra l’Ottocento e gli inizi del Novecento. Di recente è stata riscoperta dall’etnomusicologo Salvatore Villani, del posto. Le caratteristiche sono: 1) fondo piatto; 2) le fasce non sono molto alte; 3)il piano armonico è aperto a libro, all’estremità della cassa ci è la spezzatura; 4) il manico, su cui è ricavata la tastiera, è piano con la cassa armonica; 5) la paletta è congiunta al manico tramite un incastro a coda di rondine. Le chitarre di Orlando sono state acquistate dai maggiori centri di ricerca sulle tradizioni popolari italiani e dalle principali Università del Nord d’Italia. Qualche esemplare ha varcato anche i confini nazionali ed europei” (“pezzo” tratto dall’opuscolo - guida:”Rignano Garganico /Viaggio segreto nel più piccolo comune del Gargano di Angelo e Antonio Del Vecchio; volumetto, quest’ultimo, che rappresenta la “quinta essenza” della comunità locale che, ormai esaurito da tempo, secondo i critici, va da subito ristampato e diffuso tra il grosso pubblico, se per davvero si vuole far conoscere il paese e le sue suscettibilità culturali, ambientali, paesaggistiche e puntare sul suo decollo turistico

Letto 750 volte Ultima modifica il Lunedì, 05 Gennaio 2015 15:18
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.