Antonio Del Vecchio
12/05/18

Il sindaco di Apricena Potenza aderisce alla Lega di Matteo Salvini

APRICENA. Con il comunicato stampa che segue, il sindaco della città, Antonio Potenza, annuncia lil suo passaggio da Forza Italia alla Lega.
<<Questa mattina ho tenuto una conferenza stampa a Bari con il segretario regionale della Lega, Andrea Caroppo, i parlamentari pugliesi  e altri amici di tutta la Puglia per ufficializzare la mia adesione alla LEGA del senatore e segretario nazionale MATTEO SALVINI. Dopo 11 anni di militanza esclusiva in Forza Italia, ho deciso con coraggio e determinazione di aderire alla LEGA per dare un contributo alla crescita del nostro territorio e alla organizzazione del partito in provincia di Foggia. Un ringraziamento a tutti gli amici di Forza Italia con i quali ho condiviso anni di militanza indimenticabili e con i quali continuerò ad avere rapporti di leale collaborazione e sincera amicizia personale. La scelta è frutto solo di valutazioni di prospettiva  politica futura nel centro-destra. Ad Apricena continuerò ad essere il riferimento della LISTA CIVICA UNITI PER CAMBIARE, coalizione  che ho contribuito a costruire nel 2012, con la quale amministriamo da anni la città e continuerò ad impegnarmi giornalmente per Apricena e gli apricenesi, insieme ai miei amici e alla citta' per completare l'immenso lavoro già avviato  e prepararci nel migliore dei modi al giudizio del popolo nel 2019. Apricena però deve guardare anche fuori dai propri confini per continuare a crescere>>.
Iniziamo questo nuovo percorso!! ForzApricena! VivaLaPuglia! VivalItalia!LEGA!
Letto 216 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.