Antonio Del Vecchio
07/04/18

Il 10 aprile, sulla Costituzione interviene il presidente dell’Anpi Galante alla Biblioteca di Foggia


FOGGIA. Si fa sempre più poderoso ed insistente l’apporto di studio ed illustrativo dell’on. Michele Galante sulla Costituzione Italiana in quel di Foggia.

E questo lo fa in veste di storico locale e di presidente della sezione provinciale dell’Anpi (Associazione Nazionali Partigiani d’Italia), collaborando attivamente a tutti gli eventi promossi sul tema dalla Biblioteca Provinciale di Foggia “La Magna Capitana”, che in proposito ha diffuso in ogni dove  un dettagliato ed esplicativo comunicato stampa. Infatti, sarà proprio l’ex-parlamentare l’ospite d’onore a dire la sua sul tema “La Capitanata all’assemblea sulla Costituente”, in programma martedì 10 aprile, con inizio alle 17,30, nella Sala Narrativa della predetta Biblioteca, diretta da Gabriella Berardi. Il relatore si soffermerà a mettere ordine sull’argomento attraverso le sue illuminanti ricerche sui particolari, spesso scartati a priori rivenienti dagli interventi dei vari personaggi – attori di casa nostra, che hanno partecipato al grande evento.  Il riferimento - a quanto si legge – è a: Raffaele Pio Petrilli, Gerardo De Caro e Raffaele Recca, Giuseppe Di Vittorio, Luigi Allegato e Giuseppe Imperiale, Domenico Fioritto, Carlo Ruggiero, Leonardo Miccolis, Ruggero Grieco. Il Galante, oltre ad essere autore di innumerevoli volumi su temi vari, come il grande dizionario in dialetto sammarchese, ha scritto, tra l'altro, pwr i tipi di Edizione del Sud:“Criminalità e illegalità in Capitanata”, Edizioni dal Sud; “Parco Nazionale del Gargano. Il difficile avvio”; “L'eccidio ignorato”; e più recentemente: la storia del movimento socialista della medesima città natale; la biografia della deputata socialista foggiana (di adozione) Anna Matera; il mini-saggio sui tumulti popolari scoppiati a Rignano nel 1904; nonché altre preziose pagine sulle vicende locali, spesso giudicate irrilevanti dalla storiografia ufficiale. Tutto questo segue alla brillante “lectio magistralis” tenuta da un altro grande esperto sul tema, quale si è rivelato qualche sera fa nel medesimo luogo, Luciano Canfora, emerito docente di Filologia greca e latina dell’Università di Bari. Quest’ultimo, come si ricorderà per circa due ore ha tenuto desta l’attenzione del numeroso e qualificato pubblico presente, intrattenendolo sulla nascita e lo sviluppo della nostra “Carta Magna”.  L’intervento odierno, come il precedente, è reso più lampante e comprensibile dalla mostra  sugli anzidetti  “costituenti” , allestita  al primo piano. Tale esposizione, realizzata pure con l’apporto dello stesso Galante e degli altri collaboratori dell’Anpi, ripercorre, a quanto enunciato nel comunicato,  l’evento storico del passaggio da monarchia a Repubblica e la promulgazione della carta costituzionale. In mostra monografie, periodici d’epoca, vhs, dvd, un’edizione di pregio della Costituzione edita in occasione del quarantennale della casa editrice Giuffré, in 150 esemplari numerati, completa di dieci acqueforti di Ferroni, Guerreschi, Fieschi, Guttuso, Vespignani. Tra l’altro, oltre ai personaggi sunnominati, c’è persino un vinile con il discorso sulla Costituzione di Piero Calamandrei ai giovani di Milano. Sul sito della biblioteca (www.bibliotecaprovinciale.foggia.it) è consultabile anche una ricca bibliografia tematica, con schede biografiche dei costituenti di Capitanata. Infine, si rammenta che l’anzidetta mostra  è visitabile (ingresso libero) dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle 19.15. fino al 20 aprile prossimo. Vista l’importanza didattica e conoscitiva sul tema, sarebbe auspicabile che sia il ciclo di incontri, sia la menzionata mostra fossero ripetuti ed allargati alla platea più vasta della provincia.   

 

 

 

Letto 221 volte Ultima modifica il Sabato, 07 Aprile 2018 16:41
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.