Antonio Del Vecchio
22/09/16

Conferito l’encomio solenne alla segretaria uscente del Comune di Rignano Garganico

La segretaria comunale Marilena Soccio La segretaria comunale Marilena Soccio

RIGNANO GARGANICO.  Come preannunciato, conferito, questa mattina, l’encomio solenne a Marilena Soccio, già segretaria generale del Comune di Rignano Garganico. Tanto in segno di stima e riconoscimento per la trentennale e positiva attività burocratica e di coordinamento da lei assolta a favore della res pubblica cittadina.

Come si ricorderà, la stessa  era andata via qualche settimana fa, a seguito del suo pensionamento per raggiunti limiti di età e di contributi. A deliberare l’accapo ha provveduto  con voto unanime il Consiglio Comunale. Si sono contate due assenzee, compresa quella giustificata del consigliere di minoranza Angelo Resta.  Il tutto si è svolto in un clima tranquillo e festoso. In sala, oltre alla festeggiata e al marito, Antonio Pettolino, noto e stimato psichiatra della zona, c’era l’intero staff impiegatizio e cittadini interessati. L’evento è stato preceduto da un ampio dibattito nel corso del quale sono intervenuti, oltre al primo cittadino Vito Di Carlo: i consiglieri delegati Giovanni Draisci e Antonio De Angelis, l’assessore Giosuè Del Vecchio e Matteo Nardella per l’opposizione.  Tutti hanno detto la loro  la loro, sia in riferimento alla dirigente insignita, sia nei confronti del nuovo segretario, Giacomo Scarzulli, classe 1972, laureato in Legge in quel di Napoli, come la sua predecessore. Tra l’altro, assai applaudito è stato l’intervento del v.sindaco Michele Ciavarella, ritenuto un po’ lo “storico” della compagine per via della sua ininterrotta presenza nell’assise (sin dal 1983), sia come consigliere, sia come sindaco ed amministratore in genere. Grazie a questa esperienza, egli è riuscito a raccontare  per filo e per segno la vita vissuta accanto alla segretaria, mettendo in rilievo ad uno ad uno i fatti salienti. Dal canto suo, il segretario Marzulli, che assisterà, secondo la convenzione or ora deliberata, anche il vicino Comune di San Giovanni Rotondo,  nel ringraziare i vari intervenuti, per il “benvenuto” ricevuto, ha messo in evidenza che il ruolo del segretario comunale. A suo dire, esso è assai importante ed indispensabile, in quanto si interfaccia  sia con la politica, sia con la legge, sia con la burocrazia. Ecco in sintesi il deliberato letto con voce commossa dal Sindaco Vito Di Carlo: L’Amministrazione Comunale è lieta di conferire encomio solenne alla dottoressa Maria Maddalena Soccio,  in segno di vivo apprezzamento e sincero riconoscimento per l’eccellente servizio prestato in favore del Comune di Rignano Garganico e dell’intera comunità rignanese, nonché per le sue doti di cordialità, generosità e capacità di relazione>>. L’insignita, anch’essa vivamente provata, dopo aver ringraziato a braccio per l’onore ricevuto, ha letto un intervento scritto che proponiamo in sintesi:  <<Vivo con forte emozione questo momento dell’encomio solenne pronunciato in mio favore e rigrazio tuti voi per le parole di vivo apprezzamento sul lavoro da me svolto …come segretaria comunale presso questo Comune… In tutti questi anni di lavoro qui, in effetti, ho cercato di esercitare al meglio il ruolo di garanzia e di trasparenza amministrativa assegnatomi istituzionalmente, riuscendo in tal modo a dare alla struttura…credibilità e autorevolezza. Ho conosciuto tante persone che stimo e che mi stimano con le quali ho instaurato  e coltivato rapporti di amicizia anche al di fuori dei rispettivi ruoli istituzionali…Devo ringraziare tutti i collaboratori che mi hanno sempre sostenuto nel mio lavoro, anche quelli che non sono più in servizio, per l’attaccamento al lavoro, l’impegno e la competenza dimostrati. Non poca parte della mia crescita è merito loro. In questa occasione voglio ricordare con affetto amministratori e dipendenti che non sono più tra noi e che sono stati importanti compagni di tante esperienze di vita amministrativa: Antonio Aniceto, Carlo Battista, Vincenzo Botta, Giovanni Orlando, Michele Pellegrino, Mario Stilla, Giuseppe Viola; e insieme: Giuseppe Augelli, Raffaele Buttacchio, Antonio Gisolfi, Luigi Danza, Daniele Di Fiore, Donato Gentile, Leonardo Ianno, Michele Scocco, Vito Partipilo, Paolo Vinciguerra. Infine, non meno importante, un particolare saluto a tutta la comunità rignanese, di cui mi sento significativamente e orgogliosamente parte, per l’accoglienza, la generosità e il senso di rispetto per gli altri che la caratterizzano da sempre>>..

Letto 1218 volte Ultima modifica il Giovedì, 22 Settembre 2016 22:34
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.