Eventi & Manifestazioni

Eventi & Manifestazioni (1053)

I “Metrò Paris” con la loro originale e movimentata musica arrivano, a Mattinata

MATTINATA. Di seguito il comunicato stampa n. 11 a firma di Samantha Berardino del MAD. <<Prosegue il cartellone estivo di eventi del Comune di Mattinata curato dal MAD e, dopo Ferragosto, lunedì 17 arrivano in città i Mètro Paris, duo di Cristiano Lui e Stefano Ciotola,

Festival Monti Dauni: Domenica 16 la Swing Bekos Band fa tappa anche ad Ascoli Satriano

ASCOLI SATRIANO.Dopo il successo dell'anteprima a Candela, la Swing Bekos si ripete sul palco, Domenica 16 agosto,   con “Italiani in swing", ritenuto  lo spettacolo più ritmato della kermesse. A renderlo noto  è la collega Samantha Berardino con un esaustivo comunicato stampa, che pubblichiamo volentieri di seguito.

Questa sera sarà presentato il libro “Rignano tra storia e paesaggio”, con epilogo poetico

RIGNANO GARGANICO.  Anche quest’anno il “Rignanestate” ha riservato in cartellone spazi adeguati ai  libri. Precisamente due. Il primo sarà presentato questa sera 13 agosto, con inizio alle ore 19.30, nella sala consiliare municipale.

Con Michele Munno, Rignano diventa un borgo di richiamo per gli appassionati d’arte pittorica

RIGNANO GARGANICO.  Anche quest’anno il “Rignanestate” ha riservato in cartellone spazi adeguati all’arte e ai  libri. Si è cominciato con la mostra pittorica di Michele Munno, lombardo di adozione, ma sammarchese d’origine.

La stessa, che vedrà la chiusura il 18 agosto prossimo,  è  in corso da più giorni al “Purgatorio”, piccolo ed accogliente contenitore culturale, ubicato nel cuore del centro storico medievale, in tempi recenti restaurato di tutto punto dal Parco del Gargano con i fondi Pis, unitamente al Museo e al Centro Multimediale di Paglicci. L’esposizione comprende una nutrita collezione di quadri  su soggetti vari, con particolare riguardo alla natura morta, costituita da foglie, tronchi, uccellini, oche, case, ecc. I fabbricati che dipinge o che disegna con linee sottili sono strutture - icone lineari di una geometria pura ed evanescente. Forse un riflesso di dolore e malinconia che ha dentro e che si trasforma talvolta in sottesa nostalgia quando affronta  e si confonde con i temi dell’emigrazione e dello “strappo”, ossia i luoghi cari della sua infanzia-adolescenza trascorsa nella terra natale. Allora le case, le nuove case delle periferie urbane, dove vive, si trasformano in “contenitori chiusi, ambienti circondati da stretti confini”, quasi ad escludere e a reprimere ciò che avverte  dentro di sé. Al contrario i volti e gli oggetti si accendono e prendono forma quando si accinge a ritrarli  in uno stile naif tutto suo.  Il Munno è reduce di innumerevoli mostre in Italia e all’estero. Tra l’altro, ha partecipato, come cofondatore  all’atelier  Fatebenefratelli  di San Colombano del Lambro (MI) sia nel 1996, sia nel 2005 (Cooperativa sociale matti per il lavoro). A contatto con il disagio psichico, oltre ad affinare a la sua sensibilità artistica e lo stile, ga aiutato i pazienti  il potenziale creativo dei pazienti e, orientandone l opere. Secondo fonti informatiche, a tale esperienza si sarebbero ispirate e formate alcune personalità artistiche della cosiddetta  “outsider”,  ben rappresentata all’estero (Collection de l'Art Brut di Losanna, Art en Marge di Bruxelles e il Mad musée di Liegi). Da oltre dieci anni Munno vive a Parma. Nel 2009 è a Reggio Emilia alla mostra”Il battito di ciglia”. In precedenza suoi quadri sono stati scelti e presentati alla “Fiera d’arte di Basilea”. La pittura di Munno – secondo alcuni suoi critici – s’intinge di neoplatonismo ed umanesimo, allorquando tocca gli aspetti più lirici e soggettivi del “suo” naturalismo propositivo (alberi, foglie, ecc.).  Non c’è stato l’assalto, ma sono stati tantissimi i visitatori finora intervenuti, qui a Rignano , quasi tutti motivati e in massima parte dall’esterno, richiamati non tanto dalla pubblicità (per la verità piuttosto scarsa) quanto con il passaparola.  Non a caso la sera del 12 agosto, c'è stato  un  improvvisato esimpatico incontro in loco tra questi suoi amici ed estimatori. Il riferimento è a Franco Arminio di Bisaccia, a Vincenza Pellegrino di Parma, a BiancaTosatti (allestitrice dell'odierna esposizione) e a Gianfranco Piemontese di Foggia, storico dellarte. Ognuno di essi non solo  ha detto la sua sulla produzione artistica dell'interessato, ma ha vantato anche i contenitori dell'arte pittorica, quali sono i Borghi antichi, come Rignano e deli altri piccoli centri del Gargano e dei Monti Dauni.   Munno è soddisfatto e si promette di tornare ancora in questo luogo che lo ha colpito ed ama assai.

 

XIII edizione del Festival dei Monti Dauni: il 13, i “Baccanali” barocchi, a Bovino

 BOVINO. È l’ora dei “Baccanali” barocchi a segnare tra qualche giorno il XIII Festival dei Monti Dauni.

Il 12 agosto torna per la 15^ volta la seguita e gustosa Sagra del Cinghiale, a Rignano G.

RIGNANO GARGANICO. Questa sera, 12 agosto, sagra della musciska, a Rignano Garganico, la più originale e partecipata del Promontorio. Vediamo perché. C’era un tempo quando il cinghiale, nome scientifico “Sus scrofa”, era un animale assai diffuso nei boschi del Gargano, alla pari dei lupi, di cui era la preda preferita, come pure per i cacciatori. Nel primo caso, per ogni animale abbattuto, questi ultimi avevano diritto a percepire una determinata taglia (sino alla fine dell’800 c’era una specifica voce in bilancio).

Secondo cartellone, il noto chitarrista Federico Poggipollini sbarca a Mattinata

MATTINATA. Comunicato n. 10 a firma di Samantha Berardino del Mad. << Arriva a Mattinata, nel cartellone estivo di eventi del MAD, Federico Poggipollini, chitarrista e cantautore tra i più noti in Italia.Capitan Federico Poggipollini non ha bisogno di presentazioni.

Festival dei Monti Dauni: dopo Candela Small orchestra, questa sera, è a Monteleone

 MONTELEONE. È la Millennio Italiano Small Orchestra la protagonista del  concerto del Festival dei Monti Dauni alla sua XIII edizione.  Dopo Candela, questa sera (mercoledì 12 agosto) approderà a Montelone di Puglia.

PREMIO AI RIGNANESI NEL MONDO, PARTITA L'ORGANIZZAZIONE DELL'EVENTO 2016

GENOVA. Fa piacere riscontrare che c’è di nuovo interesse da parte della Pubblica Amministrazione di Rignano Garganico e nella fattispecie da parte dell’assessore Giosuè Del Vecchio e del sindaco Vito Di Carlo rispetto al “Premio ai Rignanesi nel mondo”. L’evento, come noto organizzato dall’associazione che rappresenta, il Circolo Culturale “Giulio Ricci”, è stato volutamente sospeso.

Pubblico in visibilio per l’esibizione di Pietra Montecorvino e Raiz, a Rignano Garganico

RIGNANO GARGANICO. Piazza in tripudio, fino a mezzanotte e passa, a Rignano Garganico, Si tratta di migliaia di spettatori di varia età e sesso provenienti da ogni dove, che hanno riempito letteralmente l’ampio Largo Portagrande, il più capiente ed esteso del paese.