Antonio Del Vecchio
21/08/15

Con la “Rott’ Band”, nostalgico e trascinante concerto-revival, anni ’80 e ’90, a Rignano Garganico

RIGNANO GARGANICO. Ora si che si può parlare di ultimo spettacolo canoro-musicale nell’ambito della spirante estate, a Rignano Garganico. Il riferimento è al concerto tenuto ieri sera a tarda ora  dalla “Rott’Band” , un gruppo nato a fine degli anni ’70 e composto interamente da musici locali.

Anche, il nome la dice lunga, in quanto la formazione solitamente si preparava in un luogo appartato del borgo antico, detto appunto grotta, per vie delle sue abitazioni per metà caverne e per il resto artificiale. E’ stato per davvero uno spettacolo “strappa cuore”, perché quasi tutti i brani erano estrapolati  dal migliore repertorio dei mitici anni ’80 e ’90, con l’inserimento pure di qualche classico degli anni precedenti. L’evento si è svolto nell’appartato spiazzo antistante la palestra scolastica, ben riparata dal vento freddo  di tramontana che ieri sera faceva sentire i suoi spifferi in ogni dove. Ciò nonostante, sono state alcune centinaia gli spettatori di ogni età e sesso, che hanno seguito le diverse esibizioni con calore e commozione.  Ecco i protagonisti della serata: alle chitarre elettriche troviamo Mario Sampaolo, Carmine Bergantino e alternativamente Silvio Orlando e Giuseppe De Maio (basso); al piano: Luigi Montesano; alla batteria: Giovanni Sampaolo; voce solista: Matteo Danza, veterano nella materia; coristi: i giovanissimi Mauel Sfirro, Anna Rita Gaggiano e Giada Montesano. In qualche caso, quest’ultima si è esibita anche da solista, interpretando con ardore e sentimento  “Ecclisse del cuore”. Una quarantina i brani affrontati. Tra l’altro, i pezzi forti di Franco Battiato, Francesco De Gregori, Lucio Dalla, Lucio Battisti, Ralph Towner, Vasco Rossi, Antonello Venditti, Claudio Baglioni, Riccardo Cocciante, Rino Gaetano e , dulcis in fundo,  Pino Daniele, cantautore di recente scomparso con la fedele interpretazione da parte di Danza di successi ancora in voga: Je so’pazz’, Terra mia, ecc. Il tutto è stato condotto brillantemente  da Matteo Daniele, affabulatore di esperienza e bon ton.

 

 

Letto 698 volte Ultima modifica il Sabato, 22 Agosto 2015 20:49
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.