Antonio Del Vecchio
19/08/15

Bovino: eccoti “Amare terre, omaggio a Modugno” in formato Jazz della Tommaso Orchestra

Bovino. Bruno Tommaso Orchestra Bovino. Bruno Tommaso Orchestra

 BOVINO. “Amare terre”: Omaggio a Modugno, strepitosa produzione, in formato Jazz, della Bruno Tommaso Orchestra, sbarca a Bovino. Riportiamo al riguardo il puntuale ed esaustivo comunicato stampa, a firma della collega Samantha Berardino.

<< Sarà la suggestiva Piazza Duomo di Bovino a fare da scenario al primo dei tre spettacoli del Festival dei Monti Dauni che omaggiano la “cultura pugliese”. Venerdì 20, infatti, arriva un appuntamento di grande prestigio per il poliedrico cartellone di questa XIII edizione del Festival: lo spettacolo “Amare Terre: omaggio a Modugno” con gli arrangiamenti originali del maestro Bruno Tommaso, scritti e pensati ad hoc per la sua orchestra. Domenico Modugno, in molte sue canzoni, ha sperimentato la spontanea contaminazione tra musica folk, con la sua tipica vocalità popolaresca, e sound pop, utilizzando l’ugola alla maniera degli urlatori rock. Questo incontro tra folk e rock ha incuriosito una decina di anni fa il maestro Bruno Tommaso che, con la sensibilità che lo contraddistingue, ha riletto la musica di Modugno in chiave jazzistica, penetrando dentro una musica pregna di sonorità mediterranee. L’ammaliante voce di Mara De Mutiis e la Bruno Tommaso Orchestra condurranno lo spettatore dentro un concerto che rilegge brani come Amara terra mia, Resta cu’ mme, O’ ccafè, Tu si `na cosa grande, fino ai veri e propri viaggi nel mito della memoria popolare di Cavaddu cecu de la miniera e Canto d’ammuri. La BTO è formata da Rossano Emili (sax baritono), Sabino Fino (sax tenore), Gaetano Partipilo (sax contralto), Michele Marrano (corno francese), Mino Lacirignola (tromba), Lucio Ferrara (chitarra), Giovanni Desossi (contrabbasso) e Antonio Di Lorenzo (batteria) Lo spettacolo è sostenuto dalla Rete di festival “Apuliae Music Festival” attraverso l’agenzia Puglia Sounds. Questa kermesse, dove la musica diventa filo conduttore per scoprire le bellezze della nostra terra, diventata uno dei tanti punti di riferimento per cittadini, turisti, spettatori e cultori, vi aspetta dunque venerdì 21 alle 21.30 in piazza Duomo a Bovino, tra le bellezze storiche e architettoniche di uno dei “borghi più belli d’Italia”>>.

 

 

 

Letto 612 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.