Antonio Del Vecchio
22/06/15

Gestione Impianti Idrici: domani l'evento finale del corso di A.FO.RI.S, a Bari

BARI. Riceviamo e pubblichiamo volentieri il comunicato stampa che segue, pervenutoci dall’Aforis – Impresa Scociale.

<<Si svolgerà domani, martedì 23 giugno 2015 con inizio alle ore 16.00, presso il Palazzo dell’Acquedotto Pugliese a Bari – Via Cognetti, l’evento finale del corso di qualifica “Tecnico della gestione di reti e impianti idrici, del monitoraggio e controllo delle risorse idriche e degli interventi per il riutilizzo delle acque reflue” attuato da A.FO.RI.S. Impresa sociale in collaborazione di AQP e promosso dalla Provincia di Foggia Avviso FG/07/2014 e finanziato dal FSE. L’evento è l’occasione per presentare i risultati del corso e per un confronto sull’esperienza di stage, condotta dai n. 17 Tecnici qualificati, presso gli impianti dell’Ente, alla presenza del Management e dei tecnici e operatori dell’Acquedotto Pugliese. Durante l’incontro sarà promossa la neo nata fonte@ttiva, Associazione di promozione sociale nata su iniziativa dei partecipanti al percorso, tutti over 45, con la volontà di reinvestire le competenze e le conoscenze acquisite in un settore, quale quello della Green Economy, uno dei pochi settori in cui si continua ad investire. Sono invitati gli organi di stampa, i tecnici e le imprese di Settore. Per ulteriori info contattare: Dott.ssa Giovanna Rinaldi.  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.>>.

 

Letto 774 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.