Antonio Del Vecchio
21/05/15

“Amore a prima vista” tra la scrittrice Anna Baccelliere e gli alunni della scuola di Rignano G.

Rignano G. L'autrice Anna Bacelliere (a dx) e l'ins. Lina Ianno (sx) Rignano G. L'autrice Anna Bacelliere (a dx) e l'ins. Lina Ianno (sx)

RIGNANO GARGANICO. Simpatia e calore a prima vista tra la scrittrice Anna Baccelliere e gli alunni della scuola primaria e secondaria “San Giovanni Bosco” di  Rignano Garganico.

La stessa è comprensiva, come noto, con i plessi “Compagnone-Balilla” di San Marco in Lamis, diretta da Giuseppe Soccio. Lo scambio di idee ed emozioni si è sviluppato in modo confidenziale e a ritmo continuo subito dopo il lungo excursus svolto dall’insigne ospite ad una platea di visi sorridenti e innamorati dal suo affabulare semplice e suadente. Essa ha raccontato la sua vita, come se fosse una delle sue tante favole, di cui si sa l’inizio, ma non si percepisce mai la fine, che arriva puntualmente dopo una serie di colpi di fulmini ed obiettivi quasi sempre centrati, con una chiosa di largo spessore umano e culturale.  La protagonista si autodefinisce una scrittrice per caso. Lo sarebbe diventata grazie, ai suoi racconti e favole, abbozzati nei momenti più disparati della giornata e poi  inviati senza pretese alle case editrici. Quella di turno li prendeva subito in carico per via del linguaggio scorrevole e moderno e dell’attualità  dei temi affrontati. Un successo inatteso e perciò più soddisfacente e condiviso di ogni altro obiettivo perseguito a vario titolo. Essa ci tiene tantissimo all’insegnamento. A suo dire, ai ragazzi bisogna parlare di tutto ciò che ci circonda e ci investe anche dei temi più scabrosi, usando linguaggio e parole adatte per la loro età e comprensione, com’è appunto quello delle fiabe e delle favole. Più di uno nel commentare la lettura di uno dei libri acquisiti, ha dichiarato di averlo letto tutto di un fiato e di essersi immedesimato nel protagonista sino alla commozione e al pianto. L’insegnante Lina Ianno, conduttrice del progetto Lettura, ha letto un piacevole e commovente commento sul tema, salutato con uno scrosciante applauso dalla platea. Così pure la lettura del capitolo-lettera “A Paolino” fatta dall’autrice ed estrapolata dal volume “L’alfabeto del mondo” ha avuto il medesimo risultato. Sono intervenuti anche la v. preside Maria Rosaria Potenza, il presidente del Consiglio Scolastico, Giovanni Draisci, il consigliere comunale delegato al ramo Viviana Saponiere e il v. Sindaco Michele Ciavarella. Interessante la mostra sull’attività esposta all’ingresso dell’Auditorium, come pure il buffet allestito al piano terra, comprensivo di ogni ben di Dio, compresi dolci e torte di varia fattura, colore e sapore

Letto 879 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.