Antonio Del Vecchio
04/11/14

Il 4 novembre coincide con l’apertura della nuova sede per la Polizia Municipale, ad Apricena

 APRICENA - Ai piedi del Municipio di Apricena si è celebrata questa mattina la "Giornata delle Forze Armate e Festa dell'Unità Nazionale". Atmosfera molto suggestiva con tanti Cittadini presenti. Grande partecipazione delle scuole di ogni grado di Apricena, capeggiate dalla delegazione del Mini Consiglio Comunale della nostra Città.

Dopo la messa celebrata da Don Girolamo Capìta, Parroco della Chiesa di Maria S.S. del Rosario, sono intervenuti l'Assessore alla Sicurezza Giuseppe Solimando, il Comandante della Polizia Municipale Mario Tricarico, la Vicesindaco Anna Maria Torelli che ha letto il messaggio del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Mini Sindaco Isabella Taurisano e il Colonnello Sebastiano Muti che ha letto il messaggio diffuso dal Ministro della Difesa. Presenti delegazioni dell’Aeronautica Militare, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza. La cerimonia è culminata con la deposizione delle corone d'alloro ai piedi delle lapidi ai caduti, situate sulla facciata anteriore di Palazzo di Città. Per l'occasione l'Agente di Polizia Municipale Vincenzo Gallo ha suonato “Il Silenzio”. Altro momento importante della cerimonia l'intitolazione ad uno dei caduti Apricenesi della nuova caserma della Polizia Municipale, aperta da pochi giorni nei locali dell'ex Tribunale. La struttura sarà dedicata al Caporale MATTIACCI FIORINO, caduto durante la Prima Guerra Mondiale. Il suo nome è stato estratto tra i nomi dei caduti di tutte le guerre di Apricena dalla Mini Sindaco Isabella Taurisano.

 

 

Letto 658 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.