Redazione
16/12/13

Al via la XVI Edizione del Presepe Vivente più grande della Puglia

RIGNANO GARGANICO. E' tutto pronto per la XVI edizione del Presepe Vivente di Rignano Garganico, la Natività più grande della Puglia nel più piccolo comune della Montagna del Sole. E come ogni anno sono in fermento le circa 300 comparse, tra cui molte nonne e molti nonni che anche in questa occasione racconteranno, in feedback continuo, ai visitatori le storie e le leggende di un Gargano e di una Puglia d'altri tempi, fatte di strane presenze, di apparizioni, di guarigioni, di improvvise scomparse.

 

Vicende di un tempo che fu e che si narrano oralmente tra vecchie e nuove generazioni e che da quest'anno vi seguiranno ovunque grazie ad un sito internet veramente innovativo navigabile attraverso tutti i supporti tecnologici oggi sul mercato (dall'iPhone allo Smartphone, dal WinPhone all'AndroidPhone, dal Tablet al Phablet, dal Pc classico dotato di sistema operativo Windows/Linux/Mac OS ai più arcaici cellulari montanti sistemi operativi Symbian o proprietari).

 

Si tratta di www.presepeviventerignano.it, il portale ideato dai giornalisti e scrittori Angelo e Antonio Del Vecchio, firme storiche de "La Gazzetta del Mezzogiorno", "L'Attacco", "Il Roma", "Garganopress" ed altre testate regionali e nazionali, è stato realizzato dal Circolo Culturale "Giulio Ricci" in collaborazione con l'Associazione di Volontariato "ComuniCare" di Rimini, presieduta dall'informatico Ferdinando Iacuaniello.

 

Sul sito la storia del Presepe Vivente, che negli ultimi 15 anni ha subito delle profonde trasformazioni in termini di rappresentazioni sceniche, numero di visitatori e di coordinamento. La manifestazione, come noto, è organizzata dall'Associazione Presepe Vivente di Rignano, oggi presieduta dall'imprenditore Luciano Draisci e fondata dal cultore di tradizioni locali Antonio Paglia qualche anno fa.

 

Sfogliando le pagine del portale si trovano immagini delle passate edizioni, pubblicazioni sull'evento, i manifesti che si sono alternati anno per anno, le storie dei personaggi che lo hanno rappresentato, ma soprattutto leggende e racconti di vicende umane realmente accadute. Tra gli altri mansioniamo la storia di Antonio Vigilante, i mestieri di un tempo, l'ultimo dei campanari; annoveriamo, inoltre, la processione dei defunti del 5 gennaio (la vigilia della Pasqua-Epifania), le streghe di Natale, il lupo mannaro, le vicende dello sfortunato Pasquale e di una "ingrata" frittella, il ceppo d'amore e il pane di Sant'Anastasìa.

 

Non resta che fare un salto nella stupenda Rignano Garganico, dove anche quest'anno il Presepe sarà rappresentato dai ragazzi delle scuole (asilo, elementari e medie), dai loro genitori e dai loro nonni, nelle apposite "botteghe" allestite all'interno di antiche casine ubicate nel centro storico di origine medievale, dove troverete anche una stupenda Natività Cristiana e l'ospitalità di tanti volontari che vi offriranno ogni ben di Dio.

 

All'ingresso della manifestazione - organizzata d’intesa con il Comune di Rignano, la Regione Puglia, la Provincia di Foggia, il Parco Nazionale del Gargano, l’Istituto Scolastico Comprensivo “San Giovanni Bosco” ed altre strutture pubbliche e private garganiche e pugliesi - è chiesto un contributo volontario.

 

Il percorso è obbligato ed è accessibile in parte anche ai disabili attraverso l'ausilio di personale qualificato e preposto all'uopo.

 

Per saperne di più sul Presepe Vivente e su Rignano Garganico:
www.presepeviventerignano.it - Il sito web in tasca!
www.rignanonews.com – Il portale dei Rignanesi nel mondo!

Letto 8978 volte Ultima modifica il Lunedì, 16 Dicembre 2013 09:43
Vota questo articolo
(0 Voti)