Antonio Del Vecchio
18/07/14

Sempre più importante il Taekwondo nella realtà sportiva di Apricena

Sempre più importante il Taekwondo nella realtà sportiva di Apricena

APRICENA Il taekwondo è ormai una realtà assai importante per Apricena e la Capitanata.  A vantarne l’originalità e la portata dell’iniziativa è lo stesso Sindaco della città della pietra, Antonio potenza, che ha rilasciato in proposito  un’entusiastica dichiarazione.

Tra l’altro, ha affermato: “Siamo orgogliosi, come rappresentanti istituzionali di questa Città, di poter avere ad Apricena un gruppo di ragazzi ed insegnanti che, attraverso il nobile esercizio delle arti marziali, stanno facendo conoscere il nostro territorio anche fuori dai confini nazionali”. Il plauso che era rivolto all’associazione ASKT (Associazione Sportiva Kim Taekwondo) lo si ritiene scontato, essendosi il predetto sodalizio distinto   nei mesi scorsi per aver conseguito importanti risultati al Campionato Interazionale di Taewkondo tenutosi a Mainz, in Germania. Infatti, in quell’occasione i ragazzi allenati da validi insegnanti con il coordinamento del Maestro coreano Kim, da anni residente ad Apricena, hanno portato a casa due primi posti e quattro medaglie di bronzo. Sul gradino più alto del podio si sono posizionate due ragazze, Anna Tartaglia (cintura rossa) e Lucia Milone (cintura super verde). Gli altri atleti premiati sono Kim Byung Kyu, Michele Lalla e Biagio Milone (tutti cintura nera) e Lorenzo Giammario (cintura super rossa). Apricena ha partecipato al torneo con altre scuole italiane, mantenendo fede ad una consolidata tradizione di vittorie.  Dietro questo risultato ci sarebbe, secondo il primo cittadino, il lavoro di squadra dei ragazzi e dei loro insegnanti, che con tanta dedizione giornalmente si dedicano anima e corpo a questa disciplina. Per di più, a suo dire, il Taekwondo, come d’altronde tutti gli altri sport, comprese le arti marziali, sono particolarmente legati ad “una filosofia di vita”. Da qui il suo più vivo apprezzamento per l’importante ruolo svolto dai maestri che, oltre alla tecnica, inculcano nei ragazzi valori di vita importanti, quali la lealtà, l’equilibrio, la correttezza e il rispetto, valori fondanti della crescita e del carattere della persona. 

 

Letto 1016 volte Ultima modifica il Venerdì, 18 Luglio 2014 15:59
Vota questo articolo
(1 Vota)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.