Antonio Del Vecchio
19/06/18

Giovedì 21, festa di S.Luigi, per la S.Messa, riapre la chiesetta di Villanova sotto Rignano

RIGNANO GARGANICO. Riapre la Chiesetta rurale di Villanova, ubicata nell’omonimo centro agri-industriale ai piedi di Rignano Garganico. Lo sarà, giovedì, 21, alle ore 17,30, in occasione della festa di San Luigi Conzaga.

Ad annunciare la gradita notizia su face-book è stato Gian Pietro Ricci, uno degli proprietari agricoli che non lascia mai la zona, per via dei suoi impegni di lavoro, ma soprattutto per la sua radicata affezione verso questi luoghi. Sino ad una ventina di anni fa, il tempietto  era assai frequentato dagli agricoltori che vivevano nelle campagne. La Santa Messa, la domenica e negli altri centri festivi non mancava mai, grazie anche ai sacerdoti, che erano tanti, specie i francescani e i salesiani. Ora non più, sia perché la maggior parte dei coltivatori diretti ha preferito il paese alle campagne, sia per la drastica diminuzione  del clero. L’ultimo ad assicurare il suo ufficio religioso è stato il francescano Padre Antonio Resta, non appena terminato il suo servizio di cappellano capo in vari corpi militari. Si parlava addirittura di residenza continua  a Villanova, ma poi le vicende della vita glielo hanno impedito. La notizia odierna non appena si è diffusa è stata bene accolta non solo dal popolo di face book , ma anche dall’intera cittadinanza. Ora si spera che l’antica abitudine possa essere ripresa con la disponibilità di qualche sacerdote, anche non rignanese. Auguri a tutti i Giggino del mondo!

Letto 248 volte Ultima modifica il Mercoledì, 20 Giugno 2018 10:46
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.