Antonio Del Vecchio
08/03/18

Domani sera 9 marzo in scena lo spettacolo sul pittore Van Gogh, a Mattinata

MATTINATA“Vincent Van Gogh. Un personaggio conosciuto, che pochi conoscono davvero.

Un’icona della pittura per molti ridotta a poche misere parole: quello dei girasoli o l’artista pazzo che si è tagliato l’orecchio. Basterebbe soffermarsi sullo sguardo di uno dei suoi tanti autoritratti per capire che Vincent è molto di più. Il nostro legame è nato proprio così, con uno sguardo, e poi le prime parole, e poi la sua vita, come un fiume che sborda oltre le mille pagine che non basterebbero a contenerla. Vincent non è solo un pittore. Vincent è un uomo come pochi. Dovevo raccontarvi di lui”. È così che si presenta lo spettacolo del Teatro dei Limoni “Vincent – Vita, colori e morte di una follia”, di e con Leonardo Losavio, con la regia di Roberto Galano e musiche originali di Antonio Catapano, in scenavenerdì 9 marzo presso la Playhouse del MAD Mall di Mattinata. Si tratta del quarto appuntamento della rassegna teatrale del MAD Mall, con la direzione artistica del Teatro della Polvere di Foggia, che vedrà calcare il palco garganico uno degli spettacoli teatrali made in Capitanata che ha raccolto più successo in assoluto, di pubblico e critica. Un ritratto intenso, crudo, vero, del grande genio Van Gogh.Ingresso ore 20.30, spettacolo ore 21. Biglietti ancora disponibili al 328/3231537.Prossimo spettacolo il 20 aprile, con “La Ridiculosa Commedia della Terra Contesa”, a cura della Compagnia I Nuovi Scalzi di Barletta.

 

N.B. Comunicatgo stampa a cura di Samantha Berardino

 

 

--

Letto 235 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.