Antonio Del Vecchio
31/01/18

In scena “Cara Professoressa” all’II.SS. “Giannone”, a San Marco in Lamis

SAN MARCO IN LAMIS. Appuntamento schic per gli studenti ed appassionati di teatro all’II.SS. “Giannone”,  a San Marco in Lamis.

Lo è per la messa in scena dello spettacolo “Cara Professoressa” di Crescenza Guarnieri, con la regia di Andrea Bizzarri. Il tutto avrà luogo, sabato 3 febbraio, alle ore 21.00, nell’accogliente e moderna Sala - Teatro dell’anzidetta scuola. Attori - protagonisti del grande evento sono: Fedrico Inganni, Giovanni Nasta, Valerio Ribeca e Francesca  Verrelli. Gli altri collaboratori della rappresentazione sono: Peppe Spezia (aiuto regista); Lollo Zollo Art per le scene; Anna Maria Treglia (promozione); Marco Maria Della Vecchia, per i costumi; Lisa Bizzotto (Produzione esecutiva); Esagera, per i trasporti. San Marco in Lamis, 'Cara professoressa' in scena al Teatro Giannone. Si tratta di un incontro  tra quattro studenti e la loro professoressa con inizio alquanto educato e timido per arrivare all’esplosione finale dove se la dicono di cotte e di crude, mentre l’insegnante ha una crisi di coscienza, dubitando della sua azione educativa, non tanto sulle nozioni trasmesse, quanto per i principi morali e gli ideali. Una sorta di fallimento sull’obiettivo di fondo, cui punta ogni insegnante, ossia la realizzazione di una coscienza critica che permette agli alunni di affrontare il mondo fuori dalle mura scolastiche ed essere soggetti attivi dell’evoluzione della società Insomma, un spettacolo tutto da vedere e che sicuramente terrà gli spettatori incollati alle loro poltrone dall’inizio alla fine. L’iniziativa è sponsorizzata dalle imprese locali, agenzie  e studi professionali. Il costo del biglietto è di 10 euro, con ingresso gratuito per i bambini fino ad 8 anni. Prevendita dei biglietti, a San Marco,  presso  “Amedeo Gioielli” in Corso Matteotti e Forno Fulgaro di Via La Piscopia e a San Giovanni Rotondo, presso Edicola ‘Russo’ in Corso Umberto.

Letto 172 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.