Antonio Del Vecchio
22/04/14

Tragico incidente mortale per un deltaplanista sulla pista di Rignano Garganico

Rignano G. Luogo dell'incidente mortale Rignano G. Luogo dell'incidente mortale

RIGNANO GARGANICO.  Un grave incidente mortale è accaduto nel primo pomeriggio di ieri a Rignano Garganico. La vittima si chiama Mario Luppa, 57, originario di Fabriano (Ancona).

Colonnello dell’esercito italiano, egli prestava servizio a Forgiano (Perugia).

 

A stroncarlo è stata la sua insopprimibile passione per il volo libero con il deltaplano. Infatti, mentre era in fase di decollo dall’apposita pista attrezzata, ubicata  a un tiro di scoppio dal centro abitato, all’improvviso il mezzo, forse sospinto da una folata di vento avverso ha girato su se stesso, spingendo il malcapitato con violenza  sul muro di sostegno della medesima pista. La sua testa si è letteralmente fracassata.

 

Gli amici che erano con lui immediatamente si sono precipitati sul posto nel vano tentativo di soccorrerlo, ma il  Luppa non dava alcun segno di vita. Erano le 14.00 del pomeriggio.  

 

Ciononostante hanno provveduto immediatamente ad avvisare i mezzi di soccorso e le forze dell’ordine.

 

Sopraggiunta  un’autoambulanza  dalla vicina Casa Sollievo della Sofferenza e constatato che non c’era più nulla da fare, il corpo è stato caricato sull’automezzo e  trasportato al vicino cimitero.

 

Nel frattempo , avvisata dalla benemerita locale, si è precipitata sul luogo della disgrazia la volante del gruppo operativo radiomobile della compagnia CC di San Giovanni Rotondo per i rilievi del caso.

 

Quindi è seguito presso la medesima caserma l’interrogatorio dei testimoni presenti, coordinato  dal capitano Cristian Tedeschi,comandante della compagnia di stanza nella medesima città di San Pio.  

 

Tanto al fine della ricostruzione dei fatti e per appurare eventuali responsabilità. Da evidenziare che a quell’ora in paese c’era pochissima  gente.

 

Il grosso della popolazione, unitamente ai tanti turisti, invece, era giù presso l’antico Santuario, a festeggiare la Madonna di Cristo. Per cui la tragica notizia è stata appresa con molto ritardo e  soprattutto con profonda costernazione dal resto della comunità.

 

Da segnalare, infine,  che l’avvenimento odierno ha sconcertato duramente  anche il mondo dell’associazionismo locale che sul Deltaplano da decenni aveva puntato tutte le sue carte per lo sviluppo sportivo – ecologico e turistico del paese.

Letto 1233 volte Ultima modifica il Mercoledì, 23 Aprile 2014 10:09
Vota questo articolo
(4 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.