Antonio Del Vecchio
04/01/18

Con la "Cavalleria Rusticana" si festeggiano i 150 anni del Mercadante, a Cerignola

A Cerignola, domenica 7 gennaio arriva l'opera 'Cavalleria Rusticana', per celebrare i 150 dall’apertura del Teatro comunale, intitolato a Saverio Mercadante, costruito su progetto dell’architetto Leopoldo Vaccaro e inaugurato nel 1868.

Il Comune di Cerignola e la società Tempus, in collaborazione con Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese e la Fondazione Nicola Zingarelli, presentano il melodramma di Pietro Mascagni, uno tra i massimi rappresentanti del verismo musicale che proprio nel centro dauno-ofantino trasse ispirazione per comporre l’opera che più lo ha reso celebre nel mondo. In scena la regina dei soprano Dimitra Theodossiou nei panni di Santuzza, Ignacio Encinas nelle vesti di Turiddu e poi Antonio Stragapede (Alfio), Angela Bonfitto (Lola), Ambra Vespasiani (Lucia). Con loro l’Orchestra Sinfonica bulgara di Plovdiv, diretta dal Maestro Leonardo Quadrini, già protagonista della Tosca di Puccini che ha avuto luogo a settembre, e il Coro Lirico Pugliese.Le scene sono di Giuseppe Grasso, la regia di Mara Monopoli, che cura anche la direzione artistica, e di Marcello Colopi, anche alla direzione organizzativa insieme ad Antonio Piacentino.Per la città di Cerignola questo evento promosso e fortemente voluto dall’amministrazione comunale, rappresenta un’occasione di rilancio, che esalti la grande cultura musicale e le potenzialità artistiche della città. Non a caso Mascagni, il cui genio è indissolubilmente legato alla storia di Cerignola, dove soggiornò negli ultimi anni dell’Ottocento, definì la cittadina un importante riferimento per la musica in Puglia e culla della sua arte.Sipario ore 21. Informazioni e biglietti disponibili presso il botteghino del Teatro Mercadante o allo 0885/410251.

N.B. Comunicato stampa di Samantha Berardino

Letto 54 volte Ultima modifica il Giovedì, 04 Gennaio 2018 12:28
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.