Antonio Del Vecchio
28/09/17

Venerdì 29 settembre concerto di gala al Teatro Giordano di Foggia

FOGGIA. Si intitola Giordano all’Opera il concerto di gala che chiude la XIX edizione del Premio Lirico Internazionale Umberto Giordano

e che, nello stesso tempo, apre la autumn edition del Festival dei Monti Dauni, con la partecipazione dell’Orchestra Daunia Opera Konzert - DOK, e delle voci liriche vincitrici del Premio.Venerdì 29 settembre, infatti, presso il Teatro comunale di Foggia, intitolato al musicista simbolo della città, due importanti realtà culturali del nostro territorio dirette da Agostino Ruscillo e Maria Paola De Luca, la cui sinergia dura nel tempo, si uniscono per promuovere e raccontare la figura di Giordano in occasione del 150° anniversario della nascita.Un settimana ricca di appuntamenti musicali, legati alla formazione e al concorso di voci liriche provenienti da tutto il mondo, con la Sala Fedora animata dagli studenti delle scuole primarie e secondarie della città, dai concerti dei giovani musicisti dell'Istituto Foscolo e il concorso lirico internazionale, prima di giungere alla prestigiosa serata di gala di venerdì.Durante la serata di gala, promossada Regione Puglia e Comune di Foggia, l’orchestra Daunia Opera Konzert – DOK diretta da Agostino Ruscillo, eseguirà un programma di fantasie orchestrali tratte da opere giordaniane, quali Fedora e Siberia. Si tratta di arrangiamenti originali in stile caffè-concerto” firmati da compositori e musicisti italiani dinizio Novecento che il pubblico foggiano ha potuto già gustare nelle due precedenti edizioni del festival in occasione dello spettacolo “Buon compleanno Giordano”.Le voci liriche saranno quelle dei i vincitori del XIX Premio lirico internazionale Giordano, promosso dal Comune di Foggia – Assessorato alla Cultura e sostenuto da Golden Benten Music, Matteo Biancofiore, Clab Studios e Fedora Music, che interpreteranno alcune tra le arie più importanti del repertorio giordaniano.Durante la serata consegna del Premio alla carriera al Maestro Piero Giuliacci, uno dei tenori italiani più rinomati al mondo, tra i più grandi interpreti al mondo di Andrea Chenier.Ingresso ore 20, inizio spettacolo alle ore 20.30. Biglietti disponibili nel circuito Booking Show.

N.B. Comunicato stampa di Samantha Berardino

 
 
Letto 79 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.