Antonio Del Vecchio
26/09/17

Cena 'sensoriale' con il maestro Andaloro alle"Mezzanelle", in San Giovanni Rotondo

SAN GIOVANNI ROTONDO. Sarà una cena sensoriale quella in programma venerdì 29 settembre 2017 (ore 20.30) presso il ristorante “Le Mezzanelle” di San Giovanni Rotondo (via Foggia, Contrada Coppe).

Ospite della serata il famoso e pluristellato chef Anthony Andaloro, un’occasione unica per degustare le creazioni dell’unico Blind chef Europeo ed uno dei tre al mondo. La cena, denominata “Backward sensorial dinner”, rappresenta un’avventura affascinante e a tratti magica, originale ed insolita. I partecipanti verranno bendati e, guidati dal maestro vivranno l'esperienza attraverso gli altri sensi per percepire in maniera differente odori, sapori e colori. Il menù sarà servito in ordine contrario e prevede dessert, un secondo, due primi, quattro antipasti al prezzo di 45€ a persona (bevande incluse).Definito dalla stampa e dalle tv nazionali e locali lo “chef solidale che dà lezioni di vita”, Anthony Andaloro, siciliano, nonostante la cecità si è sempre impegnato con grande determinazione a coltivare questa sua arte e tra i fuochi, fiamme e coltelli si destreggia come un normo-vedente. Il suo format, fatto di cene sensoriali dove i commensali, ignari del menù e senza usare il dono della vista, devono percepire attraverso i quattro sensi gli odori, sapori e colori, è diventato un modo per sensibilizzare quanti si trovano a dover fronteggiare delle disabilità, insegnando loro a non arrendersi mai.La cena sensoriale verrà realizzata in collaborazione con i più noti prodotti ed i relativi produttori del Gargano presenti per la serata e con l’aiuto dell’istituto IPSSAR “Mattei” di Vieste.

N.B. Comunicato stampa dell'organizzazione

Letto 71 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.