Antonio Del Vecchio
24/07/17

Serate liriche ormai vicine per i 'Poeti del Gargano' a Rignano (4 agosto) e a Carpino (5 agosto)

RIGNANO GARGANICO. Tra pochi giorni  i Poeti del Gargano saranno a Rignano e a Carpino per la presentazione dell’omonimo volume… nei dialetti dei paesi-le poesie.

Nel primo caso l’evento avrà luogo, Venerdi 4 agosto, alle ore 18,30 nella splendida e ‘riservata’ cornice del Cortile della Palestra Comunale, contigua all’imponente Edificio scolastico del passato regime, e all’ombra dell’antico ed architettonico Palazzo Baronale con l’annessa Torre bizantina, luogo - simbolo della cittadina, di origine e fattura medievale. Qui, i poeti avranno modo, a cominciare dall’autore locale Giuseppe Lombardi (quest’ultimo, per la prima volta sul palco) di declamare le loro liriche (tre a testa). Ci saranno pure i ‘nuovi arrivati’ nel Gruppo: Rosa Di Maggio, docente di lettere di lungo corso e critica,  e i poeti Mario Iannacci, Marjka Di Carlo, Ludovico Ragno e Nicola Principale. Tutti poeti per modo di dire, perché essi stessi non si autodefiniscono tali, ma ‘figli della terra’, gente semplice e vogliosa di esprimere le cose che sentono  con la lingua del cuore, ritenendo la più appropriata quella materna, ossia il dialetto. In questo, sospinti anche dalla ragione, che scende in campo per difenderne la portata e la tradizione linguistica in un mondo votato alla globalizzazione e all’omologazione. Il giorno successivo (sabato 5 agosto) , alle ore 21.00 ci si rivedrà a Carpino, dove  l’evento avrà una grande eco, per essere la città dei ‘Cantori’ (poesia e musica) per antonomasia In entrambe le manifestazioni, oltre alla presenza e agli interventi delle autorità preposte, presenteranno: Franco Ferrara (poeta di Apricena), Leonarda Crisetti (scrittrice e critica  di Cagnano Varano), Geppe Inserra (giornalista di Foggia), Angelo Capozzi (ricercatore di Foggia) e Antonio del Vecchio (giornalista di Rignano Garganico). Da non dimenticare, i nomi  dei protagonisti ed autori del libro, curato e coordinato dal citato Franco Ferrara, che sono: Franco Ferrara e Raffaele Pennelli (Apricena); Giuseppe Trombetta (Carpino); Rocco Martella e Nino Visicchio (Ischitella); Pietro Salcuni (Monte Sant’Angelo); Giuseppe Lombardi (Rignano Garganico); Onofrio Grifa e Michele Totta (San Giovanni Rotondo); Antonio Guida (San Marco in Lamis); Maria Rosaria Vera, Michela Di Perna e Nicola Angelicchio (Vico del Gargano); Isabella Cappabianca e Angela Ascoli (Vieste). Ecco di seguito i grandi successi di critica e di pubblico già acquisiti in tempi recenti e le altre tappe ancora da perseguire: - il 7 aprile c.a, a Cagnano Varano alle ore 10,00 al Liceo Linguistico e delle Scienze umane con  la partecipazione al completo del mondo scolastico e l’esibizione in costume del gruppo Folk; - il 20 aprile 2017, ore 18.00, a San Marco in Lamis, saletta di Artefacendo presso Villetta - il 02 maggio 2017, ore 18,  a Vieste (sala consiliare del Municipio ); - il 06 maggio 2017 a Vico del Gargano alle ore 10,30 Auditorium Comunale “Raffaele Lanzetta” alla presenza di insegnanti e studenti;- il 20 maggio 2017, medesima ora,  a  al Cine-Teatro-Circolo"Pier Giorgio Frassati" (centralissima Chiesa di San Giuseppe Artigiano).Le presentazioni, successive a Rignano e Carpino, si terranno a:  Ischitella, Apricena, San Nicandro Garganico, Rodi Garganico, Monte Sant'Angelo, Peschici, Manfredonia e Mattinata (con date da destinarsi) nei mesi di agosto-settembre-ottobre-novembre e dicembre del corrente anno.

 

Letto 327 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.