Antonio Del Vecchio
17/07/17

Sabato è tornata la jung music di Capone &BungtBaugt, al Festival di Mattinata


MATTINATA. Dopo la strepitosa anteprima con Fabrizio Bosso e Julian Olivier Mazzariello, il Mattinata Festival è tornatosabato 15 luglio con un progetto davvero speciale: la band partenopea Capone & BungtBangt

con la loro junk music, musica ecologica creata mediante strumenti unici fatti di barattoli, elastici, scope, lamiere e tanti oggetti raccolti tra i rifiuti solidi urbani.Si tratta di una delle band più innovative del panorama nazionale ed internazionale, fondata dal leader Maurizio Capone, che è diventata simbolo di creatività musicale, sociale ed ecologica. Il loro ultimo disco Mozzarella Nigga (parola con cui gli americani offendevano gli emigranti italiani negli anni '50) è stato lanciato dal Bollino Rosso di Fiorello in Edicola Fiore, contiene quattordici brani tutti suonati con strumenti realizzati con materiali riciclati. Si tratta di un disco di black/neapolitan music arricchito dalla presenza di ospiti tra cui Don Moye, James Senese, Daniele Sepe, Solis String Quartet. Dal 2000 ad oggi hanno prodotto sei dischi e suonato dovunque in Italia e nel mondo, collezionando collaborazioni eccezionali, oltre ad aver aperto concerti di Jamiroquai, Planet Funk, Caparezza.Il concerto, ad ingresso libero, patrocinato dal Comune di Mattinata avrà inizio alle ore 22:07 nella suggestiva location di Largo Agnuli.A seguire, la scalinata nei pressi Palazzo Mantuano sarà animata dai vinili di Dj Zaio e gli stand di Vini & Panini a cura di un team che vede coinvolti Coppa di Cuoco Cafè, La Vineria , Barboni Di Lusso e Gabrielino Gelaterie Artigiane. Il Mattinata Festival, con la direzione artistica del MAD mall, prosegue poi il 22 luglio con Musica da Ripostiglio in Piazza Aldo Moro e il 29 con i newyorchesi Moon Hooch, di nuovo in Largo Agnuli e poi per tutto il mese di agosto.

N.B. Comunicato stampa diSamantha Berardino

Letto 138 volte Ultima modifica il Lunedì, 17 Luglio 2017 11:09
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.