Antonio Del Vecchio
23/02/14

Avviata la raccolta fondi pro bambini colpiti dal petardo di Capodanno, a Rignano Garganico

RIGNANO GARGANICO. Avviata la raccolta fondi a favore dei tre bambini colpiti dal petardo di Capodanno, a Rignano Garganico. Come noto, la vicenda ad uno causò la perdita della mano sinistra  e agli altri ferite più o meno gravi alle mani, al volto, alla testa e agli occhi, in parte in via di guarigione.

Trattandosi di cure lunghe e meticolose e soprattutto di protesi assai costose ed impegnative, il ricorso alla pubblica colletta è d’obbligo. Da qui la filantropica iniziativa intrapresa dalla locale sezione Avis , in collaborazione con la Parrocchia Maria SS. Assunta e con l’Istituto Comprensivo Balilla Compagnone di Rignano Garganico. Il tutto è stato pubblicizzato tramite manifesti e  volantini diffusi ed affissi in ogni dove. Tra l’altro, in essi si precisa che i fondi verranno raccolti attraverso sperimentate modalità bancarie, come il bonifico presso la BCC di San Giovanni Rotondo, Filiale di Rignano o tramite altre banche, comprensivo dei rispettivi costi di versamento concordati. Altresì, si fa sapere che, allo scopo di evitare eventuali truffe ed appropriazioni indebite sia per la raccolta , sia per l’utilizzo dei fondi stessi, i promotori avrebbero sottoscritto le regole e le modalità di funzionamento. Inoltre, si specifica quanto segue: che l’anzidetto conto corrente è aperto con la firma del presidente e dei suoi delegati; che le operazioni di versamento potranno essere effettuate disgiuntamente da uno dei firmatari e da qualsiasi persona fisica e giuridica che intende contribuire alla raccolta fondi; che non potranno essere eseguite operazioni di prelievo di contanti o richieste di carnet di assegni bancari, ma le somme potranno essere utilizzate attraverso l’emissione di assegni circolari non trasferibili e /o bonifici (tali disposizioni dovranno essere firmate congiuntamente dal presidente ed almeno due delegati); tutti i firmatari potranno avere accesso singolarmente, per motivi di trasparenza, alal visione del saldo ed alla visualizzazione delle movimentazioni.  

Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.