Antonio Del Vecchio
21/12/16

Con l'Orchestra Sinfonica di Capitanata a Capodanno al via la stagione concertistica, a San Severo

Il pianista foggiano, Nicola Marasco Il pianista foggiano, Nicola Marasco

SAN SEVERO. Si rinnova l’appuntamento con il Concerto di Capodanno, organizzato dall’Associazione “Amici della Musica” di San Severo presieduta da Gabriella Orlando. “Principesse, violini e champagne”, un appuntamento di grande magia musicale con l’Orchestra Sinfonica di Capitanata diretta dal Maestro Nicola Marasco,

che, anche quest’anno, apre al Teatro comunale “Verdi”, la stagione concertistica dell’Associazione, giunta alla 48e.ma edizione, in cui rientrano tanti altri grandi nomi ed eventi.Per accogliere il nuovo anno, sul palcoscenico del Teatro “Verdi” i grandi classici della musica eseguiti dall’Orchestra Sinfonica di Capitanata che, dal 1992, anno della fondazione, è il risultato dell’impegno, dell’entusiasmo e dell’attenzione verso nuove tendenze culturali. Dal valzer de “Il lago dei cigni” a “Lo schiaccianoci” di Chaikovski passando per le composizioni di Strauss e Strauss Jr. sono solo alcuni dei brani che l’Orchestra riproporrà il primo gennaio 2017 alle ore 19.30 (porta ore 19) in un clima prettamente festivo come nella migliore tradizione classica. L’evento è organizzato in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Spettacolo dal Vivo Roma, la Regione Puglia – Assessorato dall’Industria Turistica e Culturale, la Città di San Severo – Assessorato alla Cultura, e il Comune di San Severo – Assessorato alla Cultura. / Nicola MarascoNato a Foggia, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio Umberto Giordano dove si è diplomato in pianoforte e in musica elettronica. In seguito si è diplomato in direzione d'orchestra con Donato Renzetti presso l'Accademia Musicale Pescarese. È stato invitato per concerti da diverse orchestre tra cui quella del Teatro Comunale di Bologna, Filarmonica Marchigiana, Sinfonica Tito Schipa di Lecce, Sinfonica di Pescara, Frescobaldi di Ferrara, Sinfonica di Grosseto, Giordano di Foggia, Sinfonica della Provincia di Bari, Filarmonia Veneta. Attivo anche come compositore, è stato interprete al pianoforte delle sue "5 liriche da M. Wesendonck" eseguite a Mosca presso la Rachmaninov’s Hall; il Majdanek- Requiem e il Rapsodiequartett commissionato del Comune della sua Città per commemorare l'anniversario della morte di Gramsci. Ha inciso per KZ-Musik i dischi 6, 7 e 12 dell’Enciclopedia di Musica scritta nei Campi di concentramento, curando l’integrale delle composizioni corali con il Gruppo vocale Concentus Foveanus (Coro dell’Università di Foggia) di cui è direttore principale, il disco The Breaths con l'Orchestra “Saverio Mercadante” e “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi con l'Orchestra di Roma. Info e Prenotazioni 348.6628775 e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

N.B. Comunicato Stampa degli "Amici della Musica" di San Severo

 

 

 

 

 

Letto 330 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.