Antonio Del Vecchio
19/11/16

20 novembre, Antal Szalai e la sua orchestra Tzigana al Teatro Verdi di San Severo

SAN SEVERO. Si rinnova il prossimo 20 novembre l’appuntamento con l’Associazione “Amici della Musica”. Al Teatro “Verdi” di San Severo, alle ore 20 (porta ore 19.30), si esibirà il grande violinista ungherese Antal Szalai e la sua Orchestra Tzigana di Budapest.

Antal Szalai è considerato il miglior violino solista tzigano nel mondo e nel 1969 dà vita all’Orchestra Tzigana di Budapest in collaborazione con altri musicisti provenienti da varie ensemble di Budapest. L’intento del gruppo è di proporre e valorizzare il repertorio orchestrale della musica tzigana: presentano brani di musica nazionale dell'epoca della riforma, della musica tradizionale tsardas e arrangiamenti di canzoni popolari. La tradizione dell'orchestra tzigana si avvia circa 300 anni fa e da lì in poi viene costituita da un violino, una viola, un violoncello ed un cimbalom. Il repertorio è costituito non solo della musica ungherese tsardas, ma comprende anche pezzi classici del calibro della Rapsodia ungherese di Liszt, Brahms-Danze ungheresi, brani provenienti dai membri della famiglia Strauss e dalla musica rurale ungherese tradizionale.Spazio anche alla scuola di ballo alla “Maison de la Dance” di San Severo con la partecipazione straordinaria di Maria Carmen Monterosso e dello spagnolo Marc Aurelio, ballerino di flamenco.L’evento è organizzato in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale Spettacolo dal Vivo Roma, la Regione Puglia – Assessorato dall’Industria Turistica e Culturale e con la Città di San Severo – Assessorato alla Cultura.Info e prenotazioni 348.6628775

 

N.B. Comunicato a cura degli "Amici della Musica" di San Severo

 

Letto 274 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.