Antonio Del Vecchio
25/08/16

RINVIATO A SETTEMBRE LO SHOW DI “PIO E AMEDEO”, AD APRICENA

Il sindaco Antonio Potenza Il sindaco Antonio Potenza

APRICENA – Lo show “Ride bene chi ride insieme”, con protagonista il duo comico foggiano di “Pio e Amedeo”, in programma domani ad Apricena è rinviato ai primi di settembre.

L’orario e il luogo dello svolgimento della manifestazione saranno resi noti nei prossimi giorni. “In pieno accordo con l’entourage dei comici Pio e Amedeo – spiega il Sindaco Antonio Potenza – abbiamo deciso di spostare in un’altra giornata lo spettacolo. Ci sembra un gesto dovuto in un momento di forte dolore nazionale, per dimostrate rispetto della nostra Comunità alle vittime del terremoto che ha flagellato il Centro Italia”. “Contestualmente – va avanti il Sindaco – sono rimandate ai primi di settembre anche le manifestazioni abbinate allo show di Pio e Amedeo, compresa la presentazione della squadra di calcio della Madrepietra Daunia Apricena.” “Insieme al Comitato Festa Patronale, alle attività commerciali e a tante altre associazioni e amici che organizzano con noi questa manifestazione – dice ancora Potenza – stiamo programmando una serie di manifestazioni che si svolgeranno nei primi giorni di settembre. Ad asse abbineremo delle raccolte di fondi per sostenere i nostri fratelli colpiti da questa tragedia”. “Ora però – conclude Potenza – è solo il momento di stringersi in silenzio, anche come Comunità di Apricena, e pregare per chi sta vivendo un momento di grande sofferenza”.

N.B. Comunicato stampa del Comune di Apricena

Letto 621 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.