Antonio Del Vecchio
09/08/16

Il Presidente Matteo Renzi dimostra il suo interessamento per il destino di Grotta Paglicci

La copertina del volume La copertina del volume

RIGNANO GARGANICO. Anche il Presidente del Governo, Matteo Renzi, manifesta il suo interessamento per il destino del sito paleolitico di Grotta Paglicci, a Rignano Garganico.

Lo stesso era stato invitato a partecipare alla presentazione del v. L’oro di Grotta Paglicci e del relativo sito Web: www. grottapaglicci. it, in programma  sabato 13 agosto prossimo. Tanto con l’obiettivo di richiamare l’attenzione nazionale sul sito, considerato uno dei più importanti e ricchi del pianeta e divulgarne il contenuto tra il grosso pubblico italiano ed europeo.  Lo ha fatto sapere, facendo telefonare dalla sua segretaria particolare al presidente del Circolo “Giulio Ricci”, organizzatore dell’Evento, assieme alle associazioni del posto e al Centro Studi “Paglicci”, avvalendosi del patrocinio della Regione, Parco, Gal ed Ente locale.  Dall’altro capo del telefono, ossia da Roma, ha comunicato l’impossibilità fisica del Capo del Governo di essere presente per l’occasione in paese a causa dei suoi improrogabili impegni istituzionali, seppure vivamente interessato alla vicenda. Una vicenda  che durante tutti questi anni ha visto come protagonista un altro grande e stimato uomo della scienza,  qual è Arturo Palma di Cesnola, attualmente 88 enne, toscano anche lui e noto accademico del settore e direttore degli scavi per oltre un trentennio.

 

Letto 1077 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.