Antonio Del Vecchio
20/01/16

Con “Nurse 24.it” Rimini sale di nuovo in cattedra come “capitale” dell’Infermieristica Italiana

Rimini. Nuova sede di Nurse 24.it, taglio del nastro: Sensoli (sx) e Imola (dx) Rimini. Nuova sede di Nurse 24.it, taglio del nastro: Sensoli (sx) e Imola (dx)

RIMINI. Grande successo partecipativo e di critica per la nuova redazione Nurse 24.it (www.nurse 24.it), inaugurata nella tarda mattinata di ieri al Palacongressi di Rimini.  Va detto subito che  si tratta del primo quotidiano nazionale, fatto da infermieri e per gli infermieri.

A  prendere la parola per primo è stato   Ferdinando Iacuaniello, consigliere delegato della società editoriale (Izeos Italia srl)., che, dopo un breve excursus sull’esperienza,  ha informato i presenti che il giornale non è più edito da una associazione ma da un’azienda, che punta a creare  ufficialmente anche in Italia una nuova “competenza” per gli Infermieri: il Nursereporter. Lo ha seguito a ruota Pietro Caputo, responsabile commerciale, che ha messo in evidenza i progressi conseguiti dall’iniziativa nei suoi primi tre anni di vita.  Dal canto suo, Angelo Del Vecchio, nella sua duplice veste di direttore responsabile e di coordinatore redazionale ,  si è soffermato sugli aspetti tecnici ed informatici che fanno di questa iniziativa giornalistica una delle  prime all’avanguardia nel mondo dell’informazione odierna, sempre più globale e veloce. E questo perché sarebbe riuscita a coprire nel giro di poco tempo tutti gli spazi a sua disposizione, dal computer, ai tablet e agli smartphone, mettendosi in riga con i principali motori di ricerca.  La sala, detta dell’orologio,  era   stracolma di operatori e rappresentanti delle diverse categorie sanitarie provenienti non solo dall’Emilia-Romagna ma da ogni parte d’Italia.  Dopo i predetti  fondatori, si sono alternati in cattedra i rappresentanti istituzionali. In primis,  il giornalista Paolo Del Bufalo, portavoce dell’Ipasvi nazionale. Quest’ultimo, oltre a complimentarsi con gli organizzatori- autori di Nurse 24.it, ha definito l’iniziativa odierna fatta di tecnica e di impegno creativo a tutto campo la “punta di diamante” dell’informazione sanitaria in Italia. Quindi ha spronato i suoi giovani colleghi a rispettare tre principi base dell’informazione: l’imparzialità, il pluralismo, l’umiltà e la ripetitività, al fine di far passare un’informazione chiara, vera e soprattutto incondizionata. A suo dire, solo un  giornalista “scomodo” ai potenti di turno  riesce a fare  il vero giornalista.  Applauditissimo, il saluto espresso tramite video-conferenza dal Presidente nazionale della categoria, Valeria Mangiacavalli, impossibilitata ad intervenire per concomitanti impegni. Dopo di che sono seguiti gli autorevoli  interventi di:  Marina Mazzotti, presidente del Collegio IPASVI del posto; Irina Imola, assessore ai servizi generali del Comune di Rimini; Raffaella Sensoli, v. presidente della Commissione Sanità della Regione ospitante (esponenti del Movimento 5 Stelle); Stefania Agostini, direttrice di Palacongressi. Tutti hanno espresso la massima soddisfazione per l’intrapresa giornalistica che pone la città ad essere una “capitale italiana”anche nel settore sanitario. Concluso l’appuntamento discorsivo, i partecipanti si sono spostati a piano terra per assistere al classico taglio del nastro, eseguito congiuntamente dalle succitate Sensoli e Imola. Quindi, l’ingresso della folla che ha letteralmente invaso i locali redazionali. In tutto circa 180 mq tra primo e secondo piano.  Insomma, se è vero come è vero che il buon giorno si vede dal mattino, anche in questo caso si è di fronte ad un avvenimento storico, che avrà un seguito prorompente sul piano nazionale.

N.B. Nella foto: taglio del nastro inaugurale della nuova sede di Nurse 24.it (a sx: Sensoli e a dx: Imola

 

Letto 764 volte Ultima modifica il Mercoledì, 20 Gennaio 2016 16:26
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.